Utente 142XXX
Mia moglie (età 34 anni, non fumatrice, 160 cm x 52 kg) in seguito a dolori di addome, similari a coliche, ha effettuato presso il medico di famiglia un ecografia all'addome superiore, da cui è risultata la seguente anomalia:
"presenza in corrispondenza del III° superiore Rene dx di formazione rotondeggiante iperecogena di circa 2 cm (per esatezza 1,76 cm) di diamentro, a contorni ben definiti e regolari, ad ecostruttura interna omogenea, da riferire a probabile angioma".
Oltre agli esami per le urine e del sangue le sono state prescritte l'esame delle feci per sangue occulto ed una risonanza magnetica senza contrasto all'addome.

Innutile dire che questa macchia al rene ci preoccupa molto e che abbiamo già programmato le analisi per lunedì 11 gennaio e la risonanza per venerdì 15 gennaio.

Le analisi richieste sono sufficienti per fare chiarezza?

Questa macchia cosa potrebbe essere? E' plausibile un angioma? Si può pensare a qualcosa di più grave? Un angioma cosa comporta?

E' pobbile che il dolore all'addome non c'entri nulla con la macchia, visto che mia moglie soffre di stipsi e tra l'altro ha vuto problemi intestinali per 4-5 giorni circa 10 giorni fa con forti scariche di diarrea?

Il medico di famiglia dice che i dolori all'addome non sono da collegarsi alla macchia sul rene.

Ringraziando in anticipo di un vostro parere porgo cordiali e sentiti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

concordo pienamente con l'orientamento del suo medico e sul piano di accertamenti che avete già previsto.

Nel caso si confermasse la diagnosi di angioma, la situazione sarebbe tranquillizzante. E' pratica comune comunque eseguire dei controlli ecografici regolari (ad esempio una volta all'anno).

Cordiali saluti
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia

[#2] dopo  
Utente 142XXX

Grazie innanzi tutto per la risposta al Dr. Mangione

Vorrei però capire una cosa.
Se si trattasse di un angioma, come può immaginare mi auguri, cosa comporterebbe questo?
E'sufficiente monitorarlo? Potrebbe ingrossarsi e dover quindi ricorrere ad una rimozione chirurgica?

Mi ero dimenticato di dire che mia moglie aveva fatto un mese fa anche le analisi del sangue ed erano risutate regolari (EMOCROMO, FORMULA LEUCOCITARIA STRUMENTALE), questo in qualche modo ci può tranquillizzare?

Spero di non essere stato banale nei miei quesiti.

Cordiali saluti





[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Angiomi e angiomiolipomi del rene sono formazioni assolutamente benigne, che non evolvono in forme più gravi nel tempo. Di norma non si accrescono in modo significativo con il tempo.

L'unico problema che possono dare è il sanguinamento; questa rappresenta peraltro l'unica motivazione ad intervenire (anche non chirurgicamente, per mezzo di embolizzazione sotto guida radiologica).

Ci faccia sapere come sarà andato l'esame. In bocca al lupo!
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia

[#4] dopo  
Utente 142XXX

Abbiamo avuto i risultati:

R.M. addome superiore:
Nella norma fegato, colicisti, milza, pancreas, rene sinistro e surreni.
A livello del rene destro, lungo il magine posteriore del terzo prossimale, si conferma la presenza di una piccola formazione rotondeggiante con diametro di circa 15 mm, a parziale sviluppo esofitico con margini netti e regolari e segnale disomogeneo, dentenzialmente iperintenso nelle sequenze T1 pesate che si cancella nelle scansioni con tecnica di soppressione del segnale adiposodel grasso confermando la presenza di un'ampia componente adiposa che depone per un piccolo angiomiolipoma renale.

Esami:
tutto nella norma tranne ves 62 (0-35), ca 19.9 42.7 (<39) con cea 1.6 (<3.4), positiva la presenza di sangue nelle feci.

Il medico di famiglia ci ha tranquillizzato riguardo alla macchia sul rene visto che la r.m. ha confermato la prima diagnosi effettuata dopo l'ecografia, cioè che la macchia non sia altro che un piccolo angioma.

Considerando il fatto che mia moglie continua ad avere un doloroso fastidio alla parte destra dell'addome ed i risultati dell'analisi, il medico ha consigliato una visita da un gastroenteorologo ed una colonscopia.

Saremmo interessati a conoscere un parere a riguardo di questa situazione.

Cordiali Saluti.

[#5] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

si conferma quindi la diagnosi di angiomiolipoma renale, condizione assolutamente benigna e non evolutiva.

Per quanto concerne il problema addominale, concordo con quanto prescritto dal suo medico. Se vorrà, potrà postare le risultanze degli accertamenti prescritti magari in area gastroenterologica.

Cordialità
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia