Utente cancellato
Sono un paziente affetto da Reni policistici. 45 anni, 1.70 m, 72 kg; non fumatore; non bevitore; all'ultima visita le analisi da me presentate erano le seguenti: Creatinina 1.4; Sodio 145; Potassio 5.4. Ipertensione curata con Unipril (10mg) e Micardis (80mg).
Il mio nefrologo mi ha prescritto in aggiunta MODURETIC 5mg. Ho letto il "bugiardino": è un diuretico "risparmiatore di potassio" da usarsi con estrema prudenza soprattutto in associazione con ACE inibitori per il rischio di iperkaliemia. Il mio potassio era alto: adesso lo sarà anche di più perché d'estate mangio molta frutta fresca (veramente tanta perché mi piace). Inoltre bevo 3 litri ed oltre di acqua al giorno. Visto che non posso chiederlo al mio nefrolgo (la prossima visita è fissata tra un anno), qualcuno mi sa spiegare perché dare un Risparmiatore di K ad un paziente senza problemi di ipopotassiemia ? Soprattutto associandolo a farmaci "risparmiatori di K" come Unipril e Micardis ? Grazie per il Vostro tempo.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In presenza di una seppur modesta riduzione della sua funzione renale la somministrazione dei due farmaci anti-ipertensivi che lei sta assumendo e' sconsigliata, cosi' come l'assunzione di Moduretic, per gli stessi motivi che lei ha scritto.
Ricontatti il Medico che glieli ha prescritti per un chiarimento
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza