E dimesso con questa diagnosi tumore disembrioblastico neuroepiteliale

Mio zio è stato operato e dimesso con questa diagnosi tumore disembrioblastico neuroepiteliale (GRado I) cortico-sottocorticale temporale sinistro.
ora lui sta reagendo bene, tenendo conto del tipo di intervento che ha subito, soltanto che non riesce a ricordare le cose e a capire dei discorsi.Esempio se gli dico zio come si arrotolano gli spaghetti o gli faccio vedere le posate lui non sa che sono e non se le ricora, questo nonostante stia facendo, da quando è stato dimesso (circa 4 mesi fa),delle terapie con 2 logopediste.Ora lui vorrebbe rientratre a lavorare ma si rende conto che non riuscirebbe a capire.....
Volevo chiedere ma questa fase finirà con il tempo oppure sarà sempre così, e nel caso finirà quanto tempo dovrà ancora passare? grazie
spero di essermi spiegato bene un saluto



[#1]
Dr. Francesco Zenga Neurochirurgo, Microchirurgo 190 7
Gentile Utente,
la sede in cui era la neoplasia, il lobo temporale sinistro, è quella deputata alla comprensione della parola. E' abbastanza normale che ci possano essere questi esiti, ma sull'entià del recupero bisognerebbe essere a conoscenza dell'entità dell'asportazione e della sede esatte in cui era la neoplasia. Tenga comunque conto che il recupero è ancora possibile nei prossimi mesi.
Codiali saluti,

Dr. Francesco Zenga
Medico Chirurgo - Specialista in Neurochirurgia
Città della Salute e della Scienza di Torino, sedi Molinette e CTO

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa