Postoperatorio ernia lombare

Buongiorno, ho 30 anni e in data 11-2-2010 sono stato sottoposto ad intervento chirurgico per l'asportazione di un ernia in L5-S1 dx.
A distanza di 40 gg dall'intervento posso dire di sentirmi meglio.
La sintomatologia più grave era un forte dolore sul tutto il nervo sciatico della gamba destra. L'infiammazione è durata costante per circa 1,5 anni.
Ora ho riacquistato una camminata "sciolta" e riesco a farmi qualche vasca in piscina senza avvertire dolore ma il nervo sciatico è ancora infiammato e qualche doloretto lo sento sempre.
La terapia farmacologica dopo l'intervento non ha previsto antinfiammatori ma solo ACETILCARNITINA, CARNITINA e VITAMINE in compresse del gruppo B6.
E' consigliabile prendere degli antinfiammatori (prima dell'intervento ho fatto anche iniezioni intramuscolo di vitamina B12)? oppure è ancora presto per non sentire dolore dato il lungo periodo di infiammazione?
Sottolineo che l' EMG eseguita prima dell'intervento non parlava di danni al sistema nervoso. Cito testuale:
SI EVIDENZIANO SEGNI DI SOFFERENZA NEUROGENA CON ASPETTI CRONICI DI MODERATA ENTITA' E SUB-ACUTI ASSAI SFUMATI AD EPICENTRO L5 DESTRO. COESISTONO SEGNI MINIMI DI RISENTIMENTO NEUROGENO CRONICO IN L4 OMOLATERALE. NON REPERTI PATOLOGICI IN S1. A QUEST'ULTIMO PROPOSITO SI SEGNALA TUTTAVIA IL DATO CLINICO DELL'ATTENUAZIONE DELL'ACHILLEO CHE INDICA QUANTO MENO UN INTERESSAMENTO DEL CONTINGENTE REDICOLARE SENSITIVO S1.

Grazie.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 99
Le indicazioni terapeutiche non possono essere date a distanza poichè esse devono derivare dalla conoscenza del paziente e della sua patologia.
Per quanto riferisce, sembra che il decorso successivo all'intervento chirurgico sia più che buono.

Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test