Il dolore anche nel torcere il braccio

salve, ho scritto gia varie volte a proposito di un dolore che ho dal lato destro del lombo tra costole e bacino e piu esattamente tra bacino e ultima costola, ultimamente la sintomatologia è molto peggiorata al punto di nn permettermi di stare seduta e in piedi che inizio a zoppicare e vado in trazione con la spalla destra , il dolore nn lo avverto quasi mai alla gamba se non a volte che la sento diventare di legno, ma cio che mi da piu fastidio è il dolore al lombo...
l unica anomalia che gli ortopedici mi hanno sempre riscontrato un atteggiamento scoliotico girata verso sinistra e un trofismo del quadricipite femorale.
ho effettuato varie risonanze magnetiche dove nn si è mai riscontrato nulla, l ultima risonanza magnetica l ho eseguita venti giorni fa vi riporto il referto-----
in corrisponddenza di l3-l4 viene riconosciuta piccola ernia discale espulsa caratterizzata da minimo frammento migrato caudualmente localizzata in posizione mediana paramediana destra, parzialmente intraforaminale e si evidenzia una minima compressione a livello della tasca radiscolare omolaterale destra in corrispondenza del forame coinvolgendo la radice l3.
ora vorrei sapere se i miei sintomi possono essere riconducibili a quest ernia e se fosse cosa centrerebbe il dolore anche nel torcere il braccio????
distinti saluti
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 202 2
La compressione intraforaminale L3-L4 potrebbe essere la responsabile del Suo disturbo e ritengo, vista l'intensità e la durata dei sintomi, che vi possa essere indicazione ad un trattamento chirurgico mininvasivo mirato sul forame di coniugazione in parola.
Considerato che vi è una scoliosi, potrebbe essere che muovendosi Lei finisca per accentuare tale alterazione e quindi aggravi la situazione di conflitto fra la compressione e la radice nervosa.
Cordialità

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentilissimo dr.Della CORTE , la ringrazio per la sua celere risposta....
visto che sono circa due anni che ho questo folle dolore che mi ha costretta per due anni a letto senza causa apparente...ho eseguito varie risonanze magnetiche dove nn si è mai riscontrato nulla, LE DOMANDO è possibile che le risonanze fatte MAI CON TAGLI CORONALI non abbiamo mai evidenziato il fatto????oppure il taglio in risonanza in CORONALE nn centra nulla con la mia piccola ernia intraforaminale????
a parte la trazione del braccio il dolore al lombo tra costole e bacino su per giu a meta è riconducibile ad una compressione di l3????
Scusi la mia apprensione, purtroppo questo folle dolore mi ha reso molto ansiosa e depressa perche sono dovuta ricorrere a psichiatri e ipniotisti su consiglio dei medici che nn hanno mai trovato patologia in me tanto da nn permettermi di camminare ecc ecc....ho inoltre sentito un neurochirugo che mi ha dato siringhe di rilasten(antispatico dell intestino e rilassante della muscolatura liscia)e ha questa ernia che ho io nn puo farmi tutto questo male e che con le punture doveva passarmi, VISTO che VI LEGGO sempre con molta attenzione, vorrei delucidazioni (rischiando anche di essere ripetitiva, ma nn ho remore a dirvi che per questo dolore mi hanno tolto colecisti ed appendici sana confermato da biopsia anche perchè io questo dolore tipo segare bruciare ecc ecc lo avverto a volte sull addome sempre lato destro)1)nn puo farmi molto male?da nn permettermi di camminare e stare seduta ed in piedi poi a me sembra da sempre che la gamba destra nn regga il peso del corpo
2)dovrei sentire solo dolore alla gamba? e non un dolore proiettato diciamo in sede d12 coinvolgendo e anche l4 cioè nn puo darmi un dolore a salire ma solo a scendere?
ps nn ho assolutamente timore dell intervento, anzi.
L a ringrazio ancora-
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6k 202 2
Gent.le Sig.a,
mi pone molte domande complesse.
La linea che unisce le due creste iliache "poco su, poco giù" incrocia la L4, quindi una compressione L3-L4 ben si potrebbe inquadrare nel distretto che dice Lei (sotto il costato).
Alle rmn si dovrebbe vedere una compressione intraforaminale (sagittale, coronale...).
Il dolore può essere sulla coscia e/o alla schiena (non capisco cosa significhi a salire o a scendere). Sull'addome non dovrebbe avere dolori legati alla ns. compressione. Può coesistere disturbo di forza all'arto inf. dx e la posizione eretta può essere algica come quella seduta.
Non c'è da aver paura dell'intervento che viene fatto per risolvere e, fra l'altro, viene eseguito in anestesia locale.
Naturalmente vi deve essere una corrispondenza clinica, da valutare mediante visita ambulatoriale, con la rmn.
Cordialità.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per l attenzione,
si sulla risonanza si parla e si vede la compressione sulla radice l3, quando sentivo lo stesso dolore irradiato sull addome diciamo dove c è il muscolo psoas ero magrissima forse è per questo che lo sentivo irradiato sull addome.
Mi riferivo ai tagli coronali perchè per vedere quest ernia intraforaminale sono dovuta andarla a fare in una clinica romana dove hanno una risonanza ad alto campo altrimenti l ernia nn si è mai vista.GRAZIE ANCORA
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per l attenzione,
si sulla risonanza si parla e si vede la compressione sulla radice l3, quando sentivo lo stesso dolore irradiato sull addome diciamo dove c è il muscolo psoas ero magrissima forse è per questo che lo sentivo irradiato sull addome.
Mi riferivo ai tagli coronali perchè per vedere quest ernia intraforaminale sono dovuta andarla a fare in una clinica romana dove hanno una risonanza ad alto campo altrimenti l ernia nn si è mai vista.GRAZIE ANCORA

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio