Operazione o trattamento???

buongiorno
sono un ragazzo di 21 anni che a inizio marzo di quest anno durante una partita a calcetto si è bloccato con la schiena avvertendo forte dolore lombare,formicolio forte e debolezza alla gamba sx. Già due anni fa mi avevano diagnosticato l ernia al disco ma la situazione era diversa da oggi. Al tempo avevo dolore più che altro sulla gamba e solo all'estensione, a parte qualche rara notte insonne me la sono cavata per tutto il tempo facendo nuoto e posture e alla fine sono riuscito pure a tornare a giocare a calcio perchè poi non ho avuto nessun fastidio fino all'improvviso episodio di tre mesi fa. Sono dopo un periodo di riposo andato da un ortopedico che mi ha fatto fare una radiografia senza trovare nulla, poi pensando fosse un problema muscolare mi ha mandato dai fisioterapisti dell'ospedale che mi hanno massaggiato per 3 settimane e son stato molto peggio praticamente piegato in due col dolore sempre sulla zona gluteo alta laterale (che è il dolore vero) con qualche scossa sulla gamba e zero formicolio. Sono andato da un altra fisiatra che mi ha subito detto che era una radicolopatia con algia importante muscolo-tensiva del grande gluteo dovuta all'ernia. Mi ha consigliato un ciclo di epidurali di cortisone (ero messo male) ma poi non facendo più i massaggi sono migliorato fino a stabilizzarmi: ora sto bene solo sul mio divano che mi sfiamma il nervo e mi consente di ricaricare le batterie per poi poter stare in piedi un pò di più ( un paio d ore) dopodichè il dolore torna e mi devo rimettere sul divano, la mia base. Quindi non vedendomi così male l anestesista m ha dato leninerv e oppiacei che non migliorano la situazione. ora io vi pongo codeste domande: come vi sembra la mia situazione? molto grave considerando che se non per un paio d ore non posso stare in piedi? secondo voi dovrò operarmi o servirà qualcos altro? potrò tornare a nuotare? io faccio scienze motorie devo muovermi!!!!!!!!!! quanto ne avrò secondo voi in quest stato? i tempi di guarigione? so che è difficile un consulto online ma voi per favore datemi solo un opinione, un parere poi tra due giorni faccio una nuova rm e vi saprò dire....AIUTATEMI!!!! è una rottura questa situazione!!!! non posso fare niente!!!!! vi ricordo che il dolore è solo in un punto zona gluteo alta laterale ma mooooooolto fastidioso!!! vi ringrazio
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Gent.le Utente,
sarebbe stato più logico che Lei avesse contattato il sito dopo l'esecuzione della RMN e la trascrizione del referto, confrontato col referto della rmn di qualche anno fa.
Se la rm nuova mostrasse una importante protrusione e, clinicamente, si obiettivasse anche uno o più deficit radicolari, presumo che sarebbe urgente una valutazione neurochirurgica in previsione di un (pressocchè) inevitabile intervento.
Faccia, gentilmente, conoscere il referto della futura rmn.
Nel frattempo, ritengo che il Suo Medico di base ben potrà indicarLe una terapia appropriata per lenire temporaneamente le fastidiosissime algie lamentate.
Cordiali saluti

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
risultato della rm: quesito ed anamnesi:lombocruralgia sn recidivante.
regolare ampiezza del canale vertebrale.normale morfologia e segnale del cono midollare e della cauda. il disco l4-l5 ridotto di spessore e sede di fenomeni degenerativi presenta bulging complicato da ernia mediana e paramediana sn discendenteche impronta il sacco e l emergenza radicolarel5 di sn.
in l5-s1 si rileva riduzione di spessore e fenomeni degenerativi discali, bulging complicato da modesta protusione discale centrale che contatta il sacco.L ESAME ODIERNO è SOSTANZIALMENTE SOVRAPPONIBILE AL PRECEDENTE CONTROLLO DEL 20/1/2011"
a questo punto vado dalla mia fisiatra il cui esito è:
anamnesi: lombosciatalgia sinistra persistente da mesi interferente con le attività quotidiane e tempo libero sostenuta da ED l4-l5 estrusa a sn ricontrollata e invariata rispetto all ultima RM nelle caratteristiche morfologiche, secondo il parere del nuero-radiologo, rispetto a esami neuro-radiologici precedenti
esame obiettivo:
permane importante rigidità del rachide lombare, con scoliosi antalgica lombare e importante retrazione delle catene miofasciali, specie posteriori. sfumato deficit di forza degli estensori digitali del piede a sn (EPA e ECD). assume leninerv 600 1cp al di attualmente non terapia analgesica,aggiungo l importante algia muscolo tensiva del grande gluteo a sn
progetto riabilitativo:valutazione secondo mckenzie per terapia. posture di alungamento miofasciale.valutazione neurochirurgica per competenza.EMG arto inferiore sn
[#3]
dopo
Utente
Utente
siccome devo sentire un neurochirurgo intanto chiedo a lei. al momento sto facendo tecar terapia per sfiammare e una postura in leggera estensione lombare e col bacino spostato a dx 4 volte al giorno per 10 minuti ciascuna. ho fatto due terapie per ora. premetto che il dolore vero è quel maledetto che sento sul gluteo...perchè sinceramente si ho un deficit di forza ma non fosse per quel dolore al gluteo potrei anche camminare o cmq provare già una terapia mckenzie o di allungamento più forte. invece al momento devo sfiammare. secondo lei questo dolore al gluteo è risolvibile con la fisioterapia?? ci sono premesse per una possibile operazione? adesso ho altre 5 sedute di tecar poi vediamo un pò...altra domanda: perchè questo dolore al gluteo-alto-laterale che non ho mai avuto visto che l ernia non è cambiata rispetto a due anni fa?? : inizialmente avevo un blocco muscolare e forte debolezza muscolare e formicolio che sono migliorate ( il blocco non c'è più) ma dopo i massaggi che mi hanno fatto in ospedale (pensavano fosse un problema esclusivamente muscolare) è subentrato di prepotenza questo odioso problema al gluteo che non mi fa camminare, non mi fa stare seduto, non mi fa fare niente insomma. e mezzo oki mi basta per stare decisamente meglio!!!! illuminatemi!
[#4]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Se c'è una compressione, come si evince dalla rmn, sulla radice nervosa spinale, non vedo perchè dovrebbero far bene la tecar o altri accorgimenti privi di una giustificazione scientifica.
Senta il Neurochirurgo, ma visto che si evidenzia anche un deficit neurologico (paresi all'arto inf.), mi sembra che si sia perso del tempo fino ad adesso per non aver preso in esame l'opzione chirurgica di decompressione della struttura nervosa.
Se ha piacere, faccia sapere cosa Le consiglierà il Collega.
Auguri cordiali.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa