Terapia effettuata in questo periodo

Gentili Medici,
ecco il referto della mia risonanza.
I sintomi sono contrattura al polpaccio, lieve dolore al tallone e zono inguinale e ischio crurali.
Terapia effettuata in questo periodo: nessuna
Stile di vita: sempre attivo.
Riferisce: lieve stanchezza alla sera
Sport Praticato : nuoto
Si rileva rettilineizzazione delIa fisiologica lordosi del tratto lombare delIa colonna.
n soma dei metameri lombari e sufficientemente preservato in altezza ma e rilevabile
diffusa spondilosi.
n canale spinale ha diametri nei limiti delIa norma.
n disco intersomatico L5-S1 e ridotto di spessore e mostra attenuazione delIa norm ale
intensita di segnale, nelle scansioni a TR-Iungo, per disidratazione del nuc1eo polposo.
Esso presenta, inoltre, accentuata protrusione ad ampio raggio del margine posteriore,
da riferire ad emia del disco sublegamentaria, che determina significativa impronta suI
sacco durale ed impegno in entrambi i neuroforami.
Quest'ultimo rilievo, maggiormente evidente a destra, potrebbe generare conflitto
radicolare S1.
Coesiste discreta convessita circonferenziale dei dischi L3-L4 e L4-L5, per lassita
delI'anulus, con impronta suI sacco durale e parziale impegno intraforaminale bilaterale.
Non si rilevano, infine, aree di alterata intensita di segnale a carico del cono e delIa
cauda midollare.
e
Indicata EMGdegli arti inferiori ed eventuale consulenza neurochirurgica.

è necessario l'intervento oppure ci sono alternative per terapie diverse?
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Gent.le Utente,
l'indicazione all'intervento dipende da vari fattori: da quanto dura la storia clinica, se un trattamento conservativo abbia sortito un qualche beneficio, quale sia l'obiettività clinica, se emerge un deficit motorio ad un arto e/o sinferiale, quali siano le condizioni di base del paz....
Da quanto Lei riferisce, sembrerebbe che la compressione L5-S1 ossa avere un suo ruolo per cui sarebbe opportuno che Lei fosse valutato da uno Specialista N.CH. della Sua zona anche per un programmabile intervento.
Cordialmente.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta,
quindi lei è favorevole nel mio caso, pur non essendoci gravissimi limitazioni funzionali dell'arto e sfinteriali per l'intervento ?
Ad oggi nuoto regolarmente tutti i giorni, cammino regolarmente lavoro regolarmente.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Sono per una valutazione Specialistica.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr. Della Corte,
In questi mesi mi sono sottoposto a visite specialistiche.
Due N.C. sconsigliano l'intervento seppur in presenza di sciatica dx con lieve deficit dell' ELA.
Mi sono sottoposto a cicli di terapia manuali , è andata meglio ma non risolvo il problema.
Ad oggi il dolore è sempre presente soprattutto se sto molto seduto o in piedi.
Mi sono rivolto ad uno specialista in terapia del dolore e solo dopo attenta EMG arti inferiori potrebbe decidere sul percorso da attuare.
Una cosa è certa, in queste situazioni non si VIVE !!!!
Cosa ne pensa della Coblazione in Rf ?
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Non ho particolare fiducia nella coblazione e, considerato che si evidenzia un deficit motorio, sarei eventualmente per un trattamento, eventualmente, mininvasivo preceduto da un'infiltrazione della radice per verificare, in anteprima, i possibili benefici ottenibili.
Cordialmente.
[#6]
dopo
Utente
Utente
per quale motivo non ha fiducia nella coblazione??
e perchè una infiltrazione alla radice?
per quale motivo?
saluti

[#7]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Un'infiltrazione della radice dà immediatamente il quadro di cosa ci si può attendere, in via definitiva (quindi con trattamento decompressivo meccanico), una volta che la radice nervosa stessa non è più sofferente.
La coblazione si limita a disidratare il disco (facendolo "evaporare"), o parte di esso, ma senza affrontare il problema dell'asportazione della parte malacica e/o degli altri tipi di compressione esistenti sulla struttura nervosa....
Cordialità

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Della Corte, è stato molto preciso .
Quindi evaporare o disidratare il disco equivale ad accellerare il processo di disidratazione?
Se si allora un trattamento di rimozione meccanica dovrebbe essere quello più indicato.
In attesa dell' emg sto facendo un altro ciclo di Normast 600 1 bustina al di per 30 giorni.
E ho constatato che da ottimi benefici, certo non risolutivi della problematica.
Inoltre vorrei sentire il suo parere riguardo le recidive sugli interventi e quali sono gli stili di vita e le terapie idonee per evitarle.
saluti
[#9]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Eventualmente risentiamoci alla fine del Suo trattamento.
Cordialità

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa