Possibile arnold chiari e klippel feil

Salve,
ho 31 anni e sono nata con una malformazione alle vertebre cervicali di cui i miei genitori si sono accorti quasi subito perchè non riesco a ruotare del tutto il collo, in particolare dal lato sinistro, ho fatto numerose radiografie dall'età di tre anni e consultato numerosi ortopedici. A parte la rigidità del collo, come se avessi un torcicollo perenne, fino all'età di 25 anni non ho avuto altri sintomi, da allora ho iniziato ad accusare dolori al collo e alla spalla sinistra e parestesia al braccio sinistro. Nel 2010 a seguito di un elettromiografia per valutare l'eventuale compromissione delle radici il mio neurologo ha richiesto una Risonanza all'Encefalo che ha rivelato "Modica erniazione delle tonsille cerebellari attraverso il forame magno, non significativa a sinistra 2mm e ai limiti a destra 5mm" mentre la risonanza al tratto cervicale "fusione di c2 c3 e c4 rettiineizzazione della fisiologica lordosi cervicale con modica scoliosi sinistro-convessa. A livello c4-c5 disidratazione del disco intersomatico in assenza di significative protusioni. A livello c5-c6 disidratazione del disco intersomatico con protusione discale paramediana-preforaminale sinistra determinante riduzione dimensionale dell'ostio neuroforaminale omolaterale". Sempre nel 2010 ho fatto una visita da un neurochirurgo che mi ha detto di essere al limite per l'Arnold Chiari, ma di non essere preoccupato per questa situazione quanto piuttosto per la condizione delle vertebre cervicali in quanto anche c6 sarebbe più piccola del normale e mi spiegava che è come se tutto il lavoro venisse svolto da c7. Aldilà delle etichette che al momento non mi interessano avrei alcune domande anche perchè negli ultimi mesi le parestesie ad entrambe le braccia sono aumentate, in particolare durante la notte entrambi gli arti superiori mi si addormentano e in particolare le mani, per fare un esempio ho difficoltà la mattina a spegnere la sveglia dal cellulare, e sempre da un paio di mesi mi capita, più raramente e spesso la notte addormentamento anche alle gambe. Mi chiedevo: possono questi sintomi essere causa di una sofferenza dei nervi? come mai adesso il problema inizia anche alle gambe? la situazione delle vertebre non è cambiata, ogni anno faccio una RM di controllo e il referto è uguale, ma ho l'impressione che i sintomi stiano peggiorando. So che lei non ha la sfera di cristallo ma vorrei capire a cosa vado incontro, quanto possono peggiorare questi sintomi e diventare invalidanti? come le dicevo prima ho consultato numerosi medici e solo da 2 anni qualcuno mi ha dato indicazioni più chiare rispetto al "non c'è niente da fare"...io capisco che strutturalmente non è possibile al momento fare niente e che la sintomatologia per adesso è sopportabile e ho imparato a conviverci ma ho 31 anni e vedo che ogni anno peggiora qualcosa e vorrei capire se c'è qualcosa che posso fare e se devo limitare le mie attività al fine di non peggiorare la situazione.
Grazie Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Gent.le Utente,
presumo che i Suoi disturbi possano derivare sia dalla situazione cervicale (in misura minore) sia dalla A.Chiari.
Non darei soverchia importanza al numeri dei mm, per quanto concerne la discesa delle tonsille cerebellari, quanto ad altri aspetti che possono essere evidenziati sempre con la rmn. Ad es., è importante conoscere le dimensioni dei ventricoli cerebrale e completare con uno studio dinamico liquorale (cine-rmn) per la determinazione di quanto ostacolo vi sia al flusso nel punto dove si registra la ristrettezza che ha fatto porre diagnosi di A.C.
Faccia anche uno studio del fondo dell'occhio (possibile stasi papillare, ingorgo venoso...).
Per il problema cervicale-radicolare esegua un emg agli arti sup.
Una volta che sarà in possesso dei dati consigliati, se ha piacere, ritorni pure in argomento.
Cordialmente.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dottore,
Intanto la ringrazio per la risposta tempestiva e le sono grata per aver preso in considerazione la mia richiesta! Alcune informazioni credo di averle già ma non sono del tutto sicura che siano quelle da lei richieste. Nel referto della RM encefalo c è anche scritto "sistema ventricolare sotto e sovratentoriale regolare per morfologia volume e sede. Normorappresentati gli spazi liquorali periencefalici. Non si apprezzano alterazioni intensitometriche del tronco encefalo del cervelletto e degli emisferi cerebrali". Anche il neurochirurgo mi Ha confermato che in generale le condizioni dei ventricoli celebrali, mi pare si riferisse proprio a degli spazi, che per ignoranza non saprei dirle, sono buoni. Ho anche fatto nel 2010 elettromiografia arti superiori con il seguente referto " lieve sofferenza neurogena di non recente insorgenza ai muscoli deltoide e trapezio di ambo il lati prevalente a sinistra. Referto compatibile con verosimile radicolopatia c4 c5 prevalente a sinistra. La normale "F estimate" rende improbabile la compresenza di tethered cord syndrome". Inoltre sembra proprio una strana coincidenza ma dopo averle scritto domenica ho iniziato ad accusare un forte dolore all' anulare e mignolo della mano sinistra e parestesia all' avambraccio cosi ieri ho fatto una "veloce" visita neurologica che ha escluso possa esserci una compressione midollare ma dovrò fare un ulteriore RM per vedere se c è una nuova protrusione tra c7 e d1, non evidenziata dalle precedenti RM. ( ho fatto RM di tutti i tratti della colonna per escludere siringomielie)
Ci sono ancora esami che dovrei effettuare? Posto che a meta del mese di febbraio faro la RM e l elettromiografia. Per quanto riguarda gli occhi ho avuto un intervento per un dermoide si sarebbero accorti dell'eventuale presenza di ciò che mi chiedeva nel suo messaggio?
La ringrazio nuovamente
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Se non Le hanno visto il fondo dell'occhio, no.
Se i 4 ventricoli sono a posto e gli spazi sono in ordine, presumo che anche la cine-rmn sia OK; ciononostante, per completezza/sicurezza, eseguirei la cine rmn.

La Sua RMN cervicale non mi appare completamente convincente per essere in sintonia con i disturbi clinici.

In questi casi, una volta esclusa la A.C., l'obiettività clinica può dire molto.

Se ha piacere, faccia conoscere l'esito della cine-rmn.
Cordialità.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa