Ernia del disco

Salve,
da 2 mesi ho male al nervo sciatico seguito penso da uno sforzo troppo grande fatto in palestra con lo squat...
all'inizio mi faceva più male ma cmq non sono mai stato a letto senza muovermi perchè cmq faccio il cameriere e con la stagione non potevo starmi a casa...ho fatto punture e preso miorilassanti ecc...adesso il dolore è quasi sparito sento solo del formicolio alla gamba sinistra dietro,leggero però...fino a un mese fa il fastidio lo sentivo abbastanza ma fino al piede...adesso lo sento minimamente quando sto troppe ore in piedi...
da due giorni ho fatto una risonanza magnetica ed è emerso questo:
-ipolucentezza,nelle sequenze t2 pesate,dei dischi intersomatici L2-L3 ed L4-L5,per fenomeni degenerativi.
-canale vertebrale di normale ampiezza.
-a livello L2-L3 e L3-L4 modesta protusione discale ad ampio raggio con lieve impronta sul sacco durale.
-a livello L4-L5 fissurazione dell'anulus con ernia discale ad ampio raggio che impronta il sacco durale
-cono midollare regolare

mi hanno detto che il nuoto mi farebbe bene perchè andrei a rilassare e allungare le vertebre...è vero? è consigliato?potrebbe far tornare in asse il cuscinetto?
gli allungamenti di stretching per la schiena sono opportuni per quel disturbo che ho o andrei ad aggravare il danno?
puo tornare in asse con del semplice esercizio?
si puo guarire da questo tipo di ernia che ho?
la palestra me l'hanno sconsigliata dei conoscenti...è vero?
le faccio tutte queste domande perchè sono un po preoccupato perchè lo sport che pratico è la thai-boxe e vorrei sapere se una volta curata potrei tornare a farla o la devo mettere da parte...grazie attendo una sua risposta
[#1]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Egr. Signore,
le ernie discali hanno spesso un decorso intermittente, alternando periodi di dolore a periodi di benessere. Una buona percentuale delle ernie discali può guarire con le terapie mediche; i casi che non reagiscono alle cure conservative vengono trattati chirurgicamente. Da quello che Lei riferisce mi sembra di capire che la sintomatolgia dolorosa sia in diminuzione, pertanto vi è sicuramente la possibilità ( non la certezza) di una guarigione, senza dovere ricorrere all'intervento. La pratica del nuoto va bene, per quello che riguarda la palestra ed in genere gli sport più pesanti, sarebbe meglio attendere la regressione dei sintomi. Rimango a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente

dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie mille dottore,
le faccio un'altra domanda se è ancora disponibile,
in base al mio referto lei come la valuta la mia situazione?
lei cosa mi consiglierebbe di fare per migliorare la situazione?
scusi ancora il disturbo...
[#3]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Egr.Signore,
Il fatto che la sintomatologia dolorosa sia in diminuzione può' far sperare in una guarigione spontanea dell'ernia. Le terapie da Lei eseguite vanno bene. Cerchi, se possibile, di fare regolare attività fisica ( per esempio il nuoto). Ovviamente se invece dovessero ricomparire i dolori allora dovrà' essere presa in considerazione la soluzione chirurgica.Sempre a disposizione per ulteriori chiarimenti, La saluto cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa