Utente
Gentilissimi dottori,

vi scrivo per chiedere consulto riguardo al mio problema.
Ho 28 anni e da ottobre soffro di forti dolori alla schiena che talvolta si estendono alle gambe. Ho provato con siringhe di muscoril+voltaren, poi con cortisone 8mg, ma il risultato è sempre lo stesso: il dolore ritorna non appena smetto la terapia. Attualmente sto prendendo Alanerv, degli integratori per i nervi e all'occorrenza dell'Arcoxia 90mg.
Ho fatto due consulti, uno da una fisiatra e uno da un neurochirurgo, con quest'ultimo ho intrapreso una terapia con infiltrazioni di acido januronico che purtroppo non sembra dare i risultati sperati nonostante le rassicurazioni del medico e il costo abbastanza elevato di ogni seduta. Mi ha consigliato di farlo dapprima per 3 mesi una volta al mese, ora ha detto di farlo per 5 mesi, ma se i risultati sono questi, non credo risolverò.

Ho fatto una RMN dove si legge:

- A livello L3-L4 si rileva ernia discale posteriore a sede mediana che impronta il sacco durale

- A livello L4-L5 si osserva un'ernia discale posteriore a sede mediana e paramediana destra che impronta il sacco durale e l'emergenza sinistra di L5

- A livello L5-S1 si rileva un'ernia discale posteriore a sede mediana e paramediana destra che impronta il sacco durale e l'emergenza destra di S1 cui si associa estrinsecazione intraforaminale destra.

Quello che mi preme dire è che sono stanco di tamponare il dolore, vorrei qualcosa per RISOLVERE il mio problema, dato che anche andare a fare la spesa si trasforma per me in un dramma.
Vi allego due immagini più significative (almeno secondo me che sono profano) della RMN.

http://img191.imageshack.us/img191/5351/jlyu.png

http://imageshack.us/a/img854/3954/6ssf.png

Secondo voi posso risolvere senza l'intervento chirurgico o sono da operare?
Grazie

[#1]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Egr. Signore,
dal referto della NMR ( le immagini non sono riuscito a vederle), si evidenziano ernie discali a L3-l4, L4-L5 e L5-S1. A distanza mi è ovviamente difficile dare un parere. Quello che posso dire e' che probabilmente potrebbe essere una sola di queste ernie la responsabile dei disturbi ( questo può essere accertato solo con un accurato esame neurologico ed eventualmente con l'esecuzione di una elettromiografia). In questo caso, considerando la mancata risposta alle terapie mediche fin qui seguite, direi che l'ipotesi di una soluzione chirurgica sia da prendere in considerazione. Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti,La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,
innanzitutto la ringrazio per la risposta. Se vuole visionare le due immagini deve aprirle e successivamente premere su "continua e apri il sito". Se ha problemi o se vuole altre immagini mi faccia sapere. Comunque proprio in questi giorni ho dei forti dolori che partono dalla regione lombare e si estendono a volte al bicipite femorale della gamba sinistra sotto forma di forte dolore, a volte al quadricipite della gamba destra, ma come bruciore intenso.
Gli specialisti a cui ho chiesto mi hanno sconsigliato l'intervento, non so se perché non sono chirurghi o perché davvero è sconsigliabile.
A breve credo che vedrò un neurochirurgo, ma vorrei sentire più campane prima di decidere.
Grazie per l'attenzione

[#3]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Egr.Signore,
e' sicuramente opportuno che Lei esegua una visita da un collega neurochirurgo. Infatti è solo con un attento esame clinico che si può capire quale sia l'ernia responsabile dei suoi disturbi e valutare se sia il caso di intervenire su quella. Quanto al fatto che un intervento sia consigliabile o sconsigliabile, questo dipende solo dal fatto se si ritenga che l'intervento possa risolvere ragionevolmente il problema oppure no. Il neurochirurgo che La visiterà potrà prospettarLe la soluzione più' adatta. Rimango sempre disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it