Mononeuropatia del nervo circonflesso di tipo assonotmesico

In seguito ad un incidente in bicicletta ho riportato la lussazione della spalla sinistra.
Dopo quasi due mesi dal trauma e un mese di riabilitazione non riesco ancora ad alzare il braccio lateralmente dal fianco nonostante abbia recuperato altri tipi di movimento.
L'elettromiografia segnala una mononeuropatia del nervo circonflesso di tipo assonotmesico.
Vorrei sapere quali possibili terapie possano aiutarmi ad ottenerre il massimo recupero possibile e a quali centri specializzati rivolgermi per avere una prognosi affidabile.
Nonostante i miei anni conduco una vita molto attiva e sono in un buono stato di forma.
[#1]
Dr. Andrea Seghedoni Neurochirurgo, Medico di medicina manuale 229 14
Buongiorno,

se la diagnosi è corretta, il suo deficit motorio è sostenuto da una lesione da stiramento del nervo a livello della spalla.
Queste lesioni ci mettono mesi a migliorare. E' importante, in questo periodo di attesa, eseguire una fisioterapia sul muscolo "che non funziona" nel suo caso il deltoide o il sovraspinato, per evitare che si ipotrofizzi.
Il danno del nervo viene monitorato con esame di elettromiografia, da ripetere dopo circa 6 mesi dal trauma.

Non ci sono farmaci per guarire, ma si supporta il nervo con degli integratori (tipo nicetile, o tiobec, ma in commercio ce ne sono diversi) da prendere per uno e due mesi.

Se proprio il nervo non ne vuole proprio sapere di migliorare, dopo diversi mesi si può eseguire un intervento "palliativo", cioè si prende un muscolo e lo si innesta diversamente per fargli svolgere la funzione di quello non funzionante.
Ci sono diversi centri in italia che svolgono queste procedure, io le consiglio la neurochirurgia di Rovigo, dove sono specialisti nel trattamento delle lesioni neurologiche della spalla.

Un saluto e spero di essere stato chiaro

Dr. Andrea Seghedoni,
neurochirurgo
www.andreaseghedoni.com

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa