Ernia discale

Salve, ho appena fatto un'ennesima risonanza per dolori alla schiena. Riporto qui il referto:Esame eseguito in condizioni basali con immagini assiali T1 e T2, sagittali T1, T2 e STIR.
Lo studio è stato valutato a confronto col precedente esame del 08/11/2012 eseguito in questa sede.
Si confermano gli esiti chirurgici di emilaminectomia L5-S1 sinistra e di stabilizzazione con posizionamento di
distanziatori interspinosi in L5-S1.
Stenosi del canale nel tratto compreso tra D12 ad L5 sostenuto dalla presenza di multiple ernie discali mediane ad
ampio raggio.
Si confermano i segni di sofferenza radicolari con aspetto affastellato delle radici della cauda.
Normale il cono midollare.
Invariati i restanti reperti.
Videat specialistico. Quella del 2012 era questa:Esame eseguito in condizioni basali con immagini assiali T2, sagittali T1, T2 e STIR.
Lo studio ha documentato gli esiti chirurgici di emilaminectomia L5-S1 sinistra e di stabilizzazione con posizionamento di
distanziatori interspinosi in L5-S1.
Lungo il tramite chirurgico, presenza di area disomogenea che si estende anteriormente sino al recesso laterale sinistro
con coinvolgimento del tessuto adiposo epidurale e con scarso riconoscimento della radice S1 omolaterale. Utile
valutazione con mdc.
A livello L4-L5, ernia discale mediana, paramediana sinistra con impegno preforaminale che determina una impronta
sulla faccia ventrale del sacco durale.
A livello L3-L4, ernia discale mediana, paramediana destra che determina una compressione sulla faccia ventrale del
sacco durale.
A livello L2-L3, ernia discale mediana, paramediana sinistra che determina una compressione sulla faccia ventrale del
sacco durale.
A livello L1-L2, ernia discale mediana ad ampio raggio che esercita una compressione sulla faccia ventrale del sacco
durale.
A livello D12-L1, ernia discale mediana, paramediana sinistra che determina una impronta sulla faccia ventrale del sacco
durale.
A livello D10-D11, protrusione discale mediana, paramediana sinistra che determina una impronta sulla faccia ventrale
del sacco durale.
Canale vertebrale di aspetto substenotico, specie a livello L1-L2, ove si nota un aspetto attorcigliato delle radice del filum
terminale a monte.
Normale il cono midollare.Vorrei sapere,cortesemente, il significato del termine cauda, se ci sono problemi gravi e come mi dovrei muovere. Grazie anticipatamente per la risposta. Saluti, Antonio.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Quali sono i Suoi sintomi?
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per avermi risposto. I sintomi sono dolori continui se sto in piedi. Dolori alla schiena,alle gambe avanti e dietro,debolezza alle gambe e non per ultimo ma non so se potrebbe essere una conseguenza problemi di erezione. Grazie anticipatamente.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
I problemi di erezione potrebbero essere riferiti a quanto descritto nel referto, ma è necessaria una urgente valutazione specialistica neurochirurgica per valutare come procedere.
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente per la risposta datami, l'ultima cosa era sapere il fatto della cauda se era preoccupante o meno. Grazie.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Le radici della cauda meglio definita <cauda equina> per la somiglianza appunto con la coda di cavallo, sono , in estrema sintesi, le radici nervose deputate al controllo della vescica e dell'apparato sessuale.
Se sofferenti o lesi per una patologia o a seguito di traumi può essere molto invalidante, come si può ben comprendere.
Per questo Le ho consigliato un consulto urgente.

[#6]
dopo
Utente
Utente
Io La ringrazio per il Suo prezioso consulto, seguirò il Suo consiglio. Saluti, Antonio.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa