Dolori alla schiena

Gentilissimi Dottori, ho da poco fatto una RM senza contrasto alla zona lombare e questo è stato il referto:
Lievi segni spondilosici di tipo interapofisario a carico dei metameri vertebrali in esame.
Normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione nel tratto in esame.
Lievi segni disidratativi e modica e diffusa protusione posteriore del disco intersomatico L4-L5.
Lieve riduzione di spessore del disco Intersomatico L5-S1 senza rilievo a suo carico di ernie o protusioni.
Cono midollare terminante a livello L1, di morfologia dimensioni e segnale regolari.
Formazione cistica di 20mm. di diametro sul piano assiale a sede paravertebrale sinistra in prossimità del canale di coniugazione sinistro L5-S1 di possibile natura perineurale da valutare previo concorde giudizio clinico-specialistico con esame RM con mdc ev.
Volevo capire questa cisti se è pericolosa e che danni potrebbe causare, ho letto di una cisti di Tarlov, mi devo preoccupare e quale esame devo fare e a chi rivolgermi?
Se potreste spiegarmi in breve questo referto grazie mille
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
quali sono i Suoi sintomi che hanno consigliato di eseguire la RM?
Senza vedere le immagini, inoltre, non è possibile dare un giudizio sulla formazione cistica descritta.
Potrebbe trattarsi di una neurinoma (formazione del tutto benigna) che, se clinicamente muto, non sarà necessario alcun trattamento, ma solo periodici controlli sulla base di eventuale sintomatologia.

Disponibile pereventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dott. Migliaccio, anzitutto grazie per la sua risposta. Ho fatto una RM in quanto avvertiVo dolori lombo-sacrali, dolori alle gambe posteriori e anteriori con interessamento dei polpacci; avverto anche sensazione di punture di spilli. Inoltre saltuariamente avverto bruciori alla zona pelvica-basso ventre. poiché nella RM parlano di una probabile cisti perineurale per essere sicuri di tale problema cosa bisogna fare? Inoltre le mi ha parlato di quest'altra cisti, in base a cosa potrebbe essere quest'ultima è non quella di Tarlov? Grazie anticipatamente
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Non ho parlato di un'altra cisti, ma di un neurinoma.
In breve la cisti è una formazione che contiene un liquido, mentre il neurinoma è formazione solida e alla RM la diagnosi differenziale è possibile.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per le informazioni. Un'ultima domanda, ma in base ai miei sinyomi di cui sopra, lei cosa deduce? PotrebbeRo essere entrambe le cose? O i sintomi si differenziano? Grazie e scusi il disturbo
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
I sintomi dipendono dalla sede radicolare su cui è impiantata la formazione sia essa cisti che neurinoma.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott. Migliaccio, ho consultato un neurochirurgo mostrandogli la mia RM e mi ha riferito che per lui non si tratta di una cisti di Tarlov in quanto si trova esternamente alla colonna, mentre invece la tarlov si trova all'interno della colonna e mi ha consigliato di fare una nuova RM con MDC per capire bene di quale cisti si tratta. La mia domanda è : ciò che ha affermato il suo collega è vero? le Tarlov non si trovano all'esterno della colonna? Inoltre se non è questa cisti si potrebbe trattare di che cosa? Grazie in anticipo
[#7]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Le cisti di Tarlov sono cisti che si formano attorno alle radici nervose prevalentemente nella sede sacrale. Secondo quanto riportato nel referto tale formazione è in sede intravertebrale, per cui non capisco perché il collega dica che è situata all'esterno della colonna vertebrale.
Dirle se è una Tarlov o altro, per esempio un neurinoma (formazione benigna) non glielo so dire senza vedere le immagini.
Comunque è corretto eseguire una RM con m.d.c.

Cordialmente
[#8]
dopo
Utente
Utente
Per cui a sede paravertebrale vuol dire all'interno del sacro giusto? Eventualmente fosse confermata tale cisti è possibile asportarla visto che molti dicono che è difficile da trattare ed è estremamente invalidante? C'è qualche centro in Italia che la tratta e la esporta? Grazie mille dottore per la sua disponibilità.
[#9]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Intanto bisogna fare la diagnosi. Poi si valuteranno i sintomi e le caratteristiche cliniche. Non sempre è necessario intervenire.
E' una patologia di competenza neurochirurgica per cui ogni Centro di neurochirurgia è in grado di effettuarlo.
I rischi di ledere la radice interessata è concreto, ma proprio per questo, su base clinica, vanno considerati rischi e benefici.
Cordialmente
[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott. Migliaccio,
ho ritirato la RMN con mezzo di contrasto e la diagnosi è la seguente:

Presenza nella concavità presacrale a ridosso dell'emergenza dei primi forami neurali di alcune formazioni cistiche più evidenti a sinistra ove presenta diametro di 20mm. Sul piano assiale , senza patologica impregnazione dopo mdc ev compatibili con cisti perineurali di Tarlov.
Chiaramente la devo ancora far vedere ad uno specialista.
Le mie domande sono: Perchè hanno scritto compatibili? Vuol dire che ci sono ancora dei dubbi in merito?
E cosa mi consiglia di fare in quanto sono l'unico mezzo di sostentamento per la mia famiglia e non vorrei rimanere a letto in quanto ho letto che è una malattia invalidante e che nessuno ti opera. Grazie mille
[#11]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
sembra che nell'attuale reperto RM vengano descritte "alcune" formazioni cistiche, quindi più di una e in una sede tipica delle cisti di Tarlov, in contrapposizione con il precedente esame dove tale anomala presenza era descritta in sede foraminale, quindi maggiormente suggestiva di neurinoma.
Come vede solo su referti e, tra l'altro, riportati non è possibile esprimersi.
In ogni caso, bisogna accertare se i sintomi da Lei riferiti sono sicuramente attribuibili a tali lesioni.

Le cisti perineurali o di Tarlov non sono quasi mai da operare e non perché nessuno li vuole o sa operare, ma perchè non ce n'è bisogno, ovvero non dando sintomi, si lasciano lì dove sono.

Qualora si trattasse di neurinoma (solitamente unico) con sintomi importanti, ogni neurochirurgo dovrebbe essere in grado di eseguire l'intervento.

<Compatibili> è il termine usato dal radiologo per dire che la diagnosi più probabile è quella di cisti di Tarlov, lasciando al clinico la diagnosi definitiva.

Cordialmente
[#12]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la sua gentile disponibilità. I Sintomi che accusò sono: dolori alle ossa delle natiche, coccige, retro cosce di entrambe le gambe, polpacci e formicolli alle gambe. Dolori alla base della schiena. questi sono i sintomi che accusò. ..cosa deduce? Grazie
[#13]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Non posso dedurre nulla a distanza, ma tali sintomi potrebbero non essere dovuti alle cisti.
[#14]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott Migliaccio, già le ho scritto diverso tempo fa riguardo alle cisti di tarlov che mi sono state riscontrate durante una RMN CON CONTRASTO. Ebbene, poiché iniziavo ad avvertire sintomi che già in precedenza le ho descritto come: dolore/bruciore al coccige, fastidio al perineo, natiche, polpacci retro cosce e crampetti ai piedi; sono andato da un buon neurochirurgo come da suo consiglio è dopo una visita e dopo aver visionato il cd della RMN , ha definito i miei dolori dipendenti da una sacralgia e mi ha prescritto delle iniezioni, nicetile e tiobec accompagnato il tutto da una laser terapia. Secondo lei è possibile che tali dolori siano dovuti a questa patologia e la terapia è giusta? Inoltre lo stesso neurochirurgo mi ha già anticipato che queste cisti sono pericolose da toccare e che la mia tocca appena due nervi ed è piccola. Per crescere impiega anni e anni. Cosa ne pensa di queste risposte e consulto? Grazie mille

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa