Un notevole effetto compressivo sulla radice s1

Salve,mi chiamo Donatella
Scrivo perché il 23 febbraio sono stata operata con approccio microchirurgico al rachide. Più precisamente ho subito una interemilaminectomia, ampia facettectomia,flavectomia ed Erniectomia l5-s1 di dx. Un'ampia cupola erniaria si estrinseca mediolateralmente esercitando un notevole effetto compressivo sulla radice s1. Stabilizzazione con un Cage.
Da allora,dopo un breve periodo di beneficio di circa 20 gg,la situazione generale è peggiorata.
Il mio nervo sciatico è totalmente e dolorosamente infiammato, limitando tutte le attività quotidiane. Ho fatto 3 rm,provato tutti gli antinfiammatori (fans e non),farmaci neuropatici,sono stata due volte al ps,ho fatto scintigrafia con marcatori positivi che risulta negativa, rx in massima estensione e flessione e il neurochirurgo che mi ha operata mi ha dato della pazza!!!! Dalle risonanze risulta che io abbia una raccolta "fluida" all'interno della quale passa la radice s1. Sto facendo terapia in acqua e tecar terapia, ma i risultati non ci sono, anzi,va sempre peggio! Volevo sapere se è possibile che questa raccolta causi tutto questo dolore peggio di prima dell'intervento,sia a livello lombare che, e soprattutto, irradiato all'arto.
Spero tanto che qualcuno mi sappia dare dei consigli sul da farsi e che mi sappia dire che questo passerà perché il dolore è atroce.
Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora Donatella,

perché il neurochirurgo che L'ha operata Le ha dato della pazza?
Forse perché non doveva scoprire una verosimile complicanza?
Da ciò che racconta c'è il sospetto che nel corso dell'intervento si sia verificata la lacerazione dell'involucro della radice o del sacco durale provocando la fuoriuscita del liquor che normalmente circola dal cervello alla regione lombosacrale.

A distanza, senza visitarLa non posso dire molto, ma è possibile che la sintomatologia dolorosa che Lei avverte (peggio di prima dell'intervento) non sia dovuta alla fistola liquorale (che comunque va riparata al più presto), ma al trauma che la radice ha subito quando si è lacerata la sua membrana.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottor Migliaccio,
La ringrazio x la tempestività con cui mi ha risposto. Purtroppo sì, mi sono sentita dire che sono esasperata e pazza e voleva segnarmi gli antidepressivi,ma ovviamente ho lasciato perdere!
Secondo lei se fosse fuoriuscito del liquor non avrei dovuto avere qualche sintomatologia tipo mal di testa o nausea o altro? E se ho capito bene,se fosse il trauma che il nervo ha subito,cosa posso fare x riparare il danno,anche solo facendo asciugare questa raccolta che preme sulla radice? Non so davvero più che pesci prendere, perché è stato ipotizzato di tutto,dalla protesi che si muove(ma l'rx sembra negativo x questo) al tessuto cicatriziale, a questo edema!
Ovviamente sentendo dolore sono completamente bloccata, i muscoli della schiena sono totalmente indeboliti e riesco a mala pena a camminare xchè è coinvoltao anche polpaccio, tallone e pianta del piede.
La ringrazio infinitamente
Qualsiasi consiglio è ben accetto
Cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
P.s.:
Tra i tanti farmaci presi: lyrica,palexia,cymbalta,contramal; che tra l'altro mi hanno dato degli orribili effetti collaterali, arcoxia e ovviamente tantissimo cortisone, ho anche provato x circa due mesi il normast e il benerva ma inutilmente!!!!
Se potessi vorrei tanto inviarle tutto il materiale che ho!
La ringrazio ancora
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
inviarmi la documentazione clinica può servire a capire cosa sia successo durante l'intervento, ma senza una valutazione clinica diretta, cioè visitandoLa, non potrei esprimere un parere oggettivo, anche se immagino che in definitiva sarà necessario un intervento, piuttosto che assumere una quantità di farmaci dannosi e inutili.

Cordialmente
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottor Migliaccio,
Grazie x la risposta tempestiva.
Quindi se ho capito bene,se il mio nervo sarebbe stato rovinato dall'intervento ne sarebbe necessario un'altro? E un'altra informazione,anche approfittando della sua gentilezza nel rispondere: da tutto il materiale diagnostico che ho,si dovrebbe riconoscere se il nervo è stato leso oppure no? Perché questo è l'unico quesito che non si è posto nessuno anche valutando tutti i documenti!
Le premetto che non mi è stato riscontrato nessun danno a livello neurologico,ne' di forza muscolare e ne' di riflesso,lasegue negativa. Presenza di febbricola(36,7-36,8)e analisi del sangue leggermente alterate ma non eccessivamente.
Ho comunque quel tipico dolore da Infiammazione del nervo sciatico con bruciore persistente,tagliente,e scosse sia in piedi che da seduta,e il tutto parte dalla zona lombare nel momento in cui io provi semplicemente a piegare la schiena,come se ci fosse qualcosa che urti contro la radice del nervo.
La ringrazio ancora x la sua consulenza anche se virtuale.
Saluti
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
I sintomi che riferisce e la presenza di liquor sono suggestivi di danno alla radice nervosa .
La certezza può essere data a seguito di valutazione clinica.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa