Lombalgia

Buonasera dottori..é dall'anno scorso che ho un problema alla schiena..tutto e cominciato verso agosto 2016 iniziai a sentire fastidio nella parte lombare della schiena..non potevo stare seduta a lungo e ne stare troppo in piedi perché mi faceva male.avevo imparato a gestire il tutto cambiando posizioni..convivendo con i fastidi..finché un giorno dopo 4 mesi durante il giorno senza aver fatto nessun tipo di sforzo iniziarono dei dolori fortissimi. Insopportabili eto completamente bloccata a metà. Non potevo camminare. cosi dovetti recarmi in pronto soccorso dove mi diedero toradol tachipirina 1000. Il dolore non passava di molto era giusto un po attenuato. Mi fecero raggi e questo fu il referto: presenza si scoliosi sinistro convessa del rachide lombare sul piano frontale. Perdita della fisiologica lordosi lombare cpn retilineizzazione dei metameri. Muro osseo allineato. Iniziale riduzione dello spazio discale l5 s1. Dopo questo episodio sono rimasta bloccata a letto per una settimana con prescrizione di assumere bentelan 4 mg iniezioni..tachipirina 1000 se dolore..flexiban.. E di fare una risonanza magnetica..ho fatto cosi e piano piano ho ripreso anche se cié voluto tempo..ho passato tre mesi senza più avere fastidi ne dolori..solamente casi sporadici..cosi non ho ritenuto di fare la RM lombare.due mesi fa sono ricominciati fastidi come la prima volta e di nuovo al pronto soccorso con dolori fortissimi..lancinanti da togliere respiro..di nuovo bloccata a letto e non riesco a stare del tutto dritta in piedi..sto assumendo cortisone per bocca dose massima..appena potrò eseguiró RM lombare..nel frattempo volevo un vostro parere perche non so cosa mi sta accadendo..sono giovane non pratico sport ma cammino..sono attiva..se per favore qualche dottore potesse rispondere darmi delucidazioni.. Grazie in anticipo..
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Gentile Signorina,
dal Suo racconto si desume verosimilmente un problema di lombalgia di natura muscolare, attestata dalle modalità di insorgenza del dolore e dal reperto alla radiografia diretta della colonna di una scoliosi, che impone atteggiamenti posturali di compenso che predispongono ad episodi acuti di lombalgia. Tuttavia, ciò non è sufficiente per porre una diagnosi di natura ed indirizzare in modo appropriato un trattamento terapeutico. E' necessario fare una Risonanza, che consiglierei a carico di tutta la colonna. Per avere un'idea più chiara, può leggere nella Sezione degli Speciali "Tutto sul mal di schiena", dove ho spiegato appunto la dinamica di insorgenza del dolore in casi analoghi.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio professore.. Mi e stato d'aiuto.. Se le fa piacere la terrò aggiornata quando avrò fatto la risonanza..nel frattempo ne approfitto per chiederle un'ultima cosa, ora che sono passati 5 giorni dal blocco lombare e dei dolori secondo lei devo sforzarmi a stare dritta in piedi o devo rimanere ancora piegata? Perche al momento se provo a stare dritta sento rigidità e qualche dolorino..grazie infinite.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Può tranquillamente inviarmi le risposte degli esami. Intanto, riprenda molto cautamente a muoversi, nel senso che deve "imparare" quali movimenti deve evitare. Si faccia prescrivere dal Suo curante dei miorilassanti.
Auguri e cordialità e mi saluti la sua splendida città delle cui Ville sono innamorato dai tempi del Liceo.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno..sono sempre io ho ritirato stamattina i risultati della risonanza magnetica rachide lombosacrale. Quesito diagnostico: lombalgia acuta.
Dischi intersomatici L4-L5 ed L5-S1 disidratati.
A livello di L4- L5 protrusione discale ad ampia base con impronta sul sacco durale e tendenza all'impegno foramidale bilaterale.
A livello di L5-S1 protrusione discale mediana- paramediana destra con probabile contatto con la radice per S1.
Non reperto di spongioedema a carico dei metameri vertebrali inclusi nello studio.
Non alterazione del segnale a provenienza della cauda e dal cono midollare.
Ecco mi potreste per favore spiegare cosa significa? Grazie mille.
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Dal referto della RM non si desume alcuna condizione che la renda suscettibile di terapia chirurgica. Spero che nel frattempo sia migliorata con la lombalgia. Cerchi comunque di eseguire, in maniera appropriata, esercizi di rieducazione posturale, possibilmente sotto la guida di un fisiatra.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite per la disponibilità e tempestività delle risposte..con la lombalgia sono migliorata di poco..ho difficoltà a passare dalla posizione seduta in piedi e viceversa..mi fa ancora male..quindi dalla risonanza non emerge nulla di strano? Cosa sono le protrusioni? E la disidratazione dei dischi? Grazie infinite e mi scusi per le troppe domande.
[#7]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Come ho già avuto modo di dirle, non emerge dalla RM alcuna indicazione chirurgica. E' piuttosto da considerare che, malgrado la sua giovane età, la colonna presenti già alterazioni che dovrà in ogni modo controllare nel tempo con ulteriori indagini. Il mio consiglio è che cerchi di rinforzare il supporto muscolare della regione lombare praticando adeguata attività fisica.
Auguri e cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio