Utente
Gentili Dottori,

tre settimane fa ho subito purtroppo un incidente stradale a seguito del quale ho riportato un trauma cranico di natura non commotiva. Il neurologo mi ha prescritto una RM encefalo + rachide cervicale con mdc di cui vi allego il referto :
Non sono presenti alterazioni significative a carico delle strutture parenchimali encefaliche.
Il sistema ventricolare è simmetrico non dilatato.
Regolare aspetto degli spazi subaracnoidei della volta e della base.
Strutture della linea mediana in asse.
Normale aspetto della sella turcica con regolare morfologia della ghiandola ipofisaria.
Non sono apprezzabili alterazioni degli angoli ponto-cerebellari con normale visualizzazione dei nervi acustico vestibolare nel tratto intracanalare.
In corrispondenza dell'apice sinistra della rocca petrosa è presente una focalità iperintensa di aspetto verosimilmente ematico, correlabili con esiti di pregresso trauma.
Può essere utile completamento con tac ad alta definizione della rocca petrosa.
Non evidenti lesioni a carattere ematico su base post contusiva a livello del parenchima encefalico.
Riduzione della lordosi con atteggiamento di carattere antagico dovuto a colpo di frusta.
Non si evidenziano aree focali di potenzialmento patologico dopo somministrazione mdc.
Il mio unico dubbio verte sulla rocca petrosa. Può essere assimilabile al trauma cranico subito ? Oppure di cosa potrebbe trattarsi ? La TAC mi è stata eseguita in P.S il giorno stesso dell'incidente pur non avendo riscontrato particolari alterazioni...
Sinceramente sono preoccupato ! Eseguire nuovamente una Tac significa sottoporsi a nuove radiazioni a distanza di nemmeno 30 gg.
Cordialità.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
il referto da Lei riportato indica una frattura della rocca petrosa causata indubbiamente dal trauma. Vi è stata per caso fuoriuscita di sangue dall'orecchio sinistro?
Se vuole maggiori ragguagli sul trauma cranico e sulle fratture della base cranica, può dare una lettura nella Sezione Speciali Salute di Medictalia al mio recente articolo "Tutto sul trauma cranico".
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it