Placca ulcerata aci

Buongiorno. mio papà , 75 anni è stato inviato dalla neurologa a fare una RM cerebrale per sospetta encefalopatia, di seguito il referto:
"Nelle sequenze pesate in T2 Flair sono riconoscibili estese aree di aumentata intensità di segnale da parte della sostanza Bianca sottocorticale e periventricolare ad entrambi gli emisferi in sede sovratentoriale bilateralmente da esiti di sofferenza vascolare cronica,
Alterazioni simili anche a livello del ponte . Non si documentano lesioni ischemiche recenti.accentuazione degli spazi perivascolari di Virchow Robin a livello nucleo basale bilateralmente .Ampliamento del sistema vetricolare e degli spazi liquorali pericefalici in rapport a fenomeni regressivo-atrofici sottocorticali sopratutto a livello fronto-temporale.
Nelle sequenze angio-RM presenza di verosimile placca ulcerata a livello della ACI destra in regione intrapetrosa."
Cosa significa ? la neurologa è in ferie fino al 30/10 e nel frattempo vorremmo sapere se è il caso e meno di prenedere appuntamento con uno specialista
grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
i reperti di RM propendono per una vasculopatia cronica,la cui più o meno gravità va valutata in base allo stato clinico, i cui sintomi Lei non descrive.

Per quanto riguarda l'ACI (Arteria Carotide Interna) sembra venga descritta la presenza sia una placca ateromasica (di grasso, per intenderci).
Bisognerebbe sapere in che percentuale la placca occlude l'arteria e se la sua ulcerazione è a rischio di produrre un embolo.
Un tale quadro va valutato da un neurochirurgo o neuroradiologo interventista (o da entrambi) per capire se è necessario intervenire per via endoscopica (rimozione della placca o inserimento di uno stent).

Va eseguito preliminarmente uno studio Doppler transcranico per valutare se vi è compenso di circolo da parte del sistema arterioso controlaterale ma, nel caso così fosse, comunque va monitorato il rischio embolia.

Cordialmente.
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, le chiedo solo un'ultima precisazione : devo consultare un neuorichirurgo o un neurologo ? dovendo prendere un appuntamento privato non vorrei sbagliare specialista e perdere ulteriore tempo.
Purtroppo ad oggi il medico di base di mio papa non si è reso ancora disponibile alla valutazione del referto pertanto mi trovo costretta a fare da me
La ringrazio molto
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se Lei non legge quello che Le è stato scritto....

Glielo copio-incollo:


Un tale quadro va valutato da un neurochirurgo o neuroradiologo interventista (o da entrambi) per capire se è necessario intervenire per via endoscopica (rimozione della placca o inserimento di uno stent).


Per Sua maggior chiarezza, il neurologo non è un chirurgo e la patologia di Suo papà verosimilmente va trattata chirurgicamente.

Ora è più chiaro?
Buona serata

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa