Ernia l5-s1 con ectasia della cauda

Dopo 2 anni di dolore cronico lombare negli ultimi mesi la situazione e peggiorata con fitte alla coscia anteriore sinistra, anca sinistra e con blocchi lombari che mi costringono a letto (colpo della strega per intenderci) nel mese di Agosto, un secondo nel mese di Novembre e un altro a metà dicembre, tutt'ora dopo 10 giorni sono ancora allettato.

Da RM Lombosacrale effettuata in data 21/12/2017 risulta quanto segue:

"Atteggiamento rettilineo del rachide con totale scomparsa della fisiologica lordosi lombare.
Presenza di grossolana protrusione erniaria parasagittale sinistra con interessamento preforaminale e foraminale omolaterale ed associati segni di discopatia lievemente migrata caudalmente con evidente fissurazione dell'anulus a sede centrale al passaggio intersomatico L5-S1.
Normale trofismo dei restanti dischi esaminati.
Canale vertebrale regolare in ampiezza senza grossolane alterazioni osteocondrali.
Discreta ectasia della cauda che si estrinseca fino a S2.
La prova funzionale conferma l'ernia sopra descritta che si accentua nella massima flessione anteriore in riferimento a modica instabilità dinamica".

Essendo ben conscio di non poter pretendere una diagnosi a distanza vorrei però porvi queste domande:

1- Cosa si intende con "interessamento preforaminale e foraminale"?

2- Cosa si intende con "segni di discopatia lievemente migrata caudalmente"?

3- Cosa si intende con "Discreta ectasia della cauda che si estrinseca fino a S2"?

Vi ringrazio per la vostra attenzione.

Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Le rispondo cercando di essere il più chiaro possibile:

1) significa che l'ernia schiaccia la radice nervosa prima e dopo il suo passaggio nel forame tra una vertebra e l'altra per dirigersi agli arti inferiori.

2) non è la discopatia ( con tale termine si intende un disco malato) che migra caudalmente (cioè verso il basso), ma il disco erniato (erniare=fuoriuscire)

3) ectasia significa dilatazione. Dovrei vedere le immagini per capire cosa ha inteso descrivere il radiologo. Verosimilmente si riferisce a un sacco durale (cioè dove sono contenute le radici nervose) più grande delle norma.

I Suoi sintomi credo derivino dall'ernia in L5-S1, cioè dal disco fuoriuscito tra la V vertebra lombare (le vertebre lombari sono cinque) e la I sacrale (le vertebre sacrali sono in contiguità con quelle lombari).

La conferma della diagnosi la si può avere solo a seguito dell'esame clinico.
Spero di esser riuscito a chiarire quanto mi ha chiesto.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per l'attenzione e la celere risposta.

Onestamente cio che mi preoccupa di piu è il punto 3, poiché in maniera forse del tutto ignorante collego "ectasia della cauda" con "sindrome della cauda equina", sbaglio?

Il 2 Gennaio farò anche EMG.

Mi è stato consigliato di farmi vedere da neurochirurgo il piu presto possibile, ed è chiaramente quello che farò il prima possibile ma visto anche il periodo natalizio non è così semplice, vi è secondo voi tutta questa urgenza?

Grazie ancora.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La sindrome della cauda equina si esprime con sintomi molto gravi che non mi sembra sia il Suo caso.
L'EMG mi sembra superflua.

A distanza non posso che confermare la necessità di una valutazione in tempi brevi
[#4]
dopo
Utente
Utente
"L'EMG mi sembra superflua": Addirittura?
avrei detto (sempre per ignoranza a quanto pare) fosse quasi indispensabile con sintomi agli arti inferiori e quando l'ernia comprime le radici nervose.

Provvederò quanto prima a farmi visitare da neurochirurgo.

Grazie mille Dottore!
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno!
Abbiate pazienza, ma mi é sorto un dubbio: io ho fitte di dolore alla coscia ANTERIORE e lateralmente, se non erro questo sintomo prende il nome di cruralgia che però dovrebbe essere la conseguenza di un'ernia in L2, L3 o al massimo in L4 o mi sbaglio?
Io invece ho un'ernia che interessa il disco tra L5-S1, potete darmi delucidazioni?

Grazie tante.

Cordiali saluti.
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Senza vedere le immagini della RM e senza valutare oggettivamente i sintomi non è possibile fare diagnosi.
Se Lei crede di farsi la diagnosi da solo navigando nel web non farà altro che aumentare la Sua ansia.
Un dolore alla coscia anteriormente non è detto che dipenda da quei metameri vertebrali.
Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa