Utente 558XXX
Ho fatto la RM all'encefalo e al rachide cervicale. Mi è stato riscontrata la sinusite (di cui già soffrivo), ma anche:
-piccola formazione lamellare (D max 6 mm) iperintensa in T1w e Flair ed ipointensa in T2 a carico della porzione della grande falce cerebrale;
-riduzione della fisiologica lordosi cervicale;
-a livello dello spazio intersomatico C5-C6, si apprezza minimo bulging discale circonferenziale posteriormente responsabile della cancellazione del grasso epidurale e di minimo appoggio sul sacco midollare. Il disco intersomatico appare, nelle sequenze T2 pesate, ipointensa e disidratato come da fenomeni degenerativi.
Aiutatemi sopratutto per quanto riguarda il primo punto.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
L’aiuto che lei richiede, purtroppo è difficile poterglielo fornire attraverso un consulto online. È infatti necessario poter osservare il reperto segnalato dalla Risonanza Magnetica dell’encefalo per poterne valutare il carattere. Le suggerisco pertanto di rivolgersi ad uno specialista.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 558XXX

Salve,
riguardo la sintomatologia, è possibile che il bulging discale provochi senso di stanchezza, brividi, dolore quando si solleva il capo (come per guardare il cielo), mal di testa?
Inoltre, cosa si intende per formazione lamellare? 6mm è una dimensione preoccupante?

Ovviamente, la prossima settimana sosterrò una visita specialistica

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La sintomatologia che lei descrive non è ascrivibile al buldging segnalato. Il reperto della RM deve essere valutato in sede specialistica e non è possibile fornire in astratto alcuna spiegazione
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it