Come trattare l infiammazione del nervo sciatico

Buonasera
Oggi durante una camminata in montagna a causa di un movimento brusco per mantenere l'equilibrio ho avvertito un forte dolore che dalla bassa schiena si irradiava lungo la gamba costringendomi a fermarmi immediatamente. Trascorsi dieci minuti e dopo aver preso un momendol mi sono incamminato con molta fatica sulla via di ritorno. Arrivato in hotel ho cercato di riposarmi sdraiandomi a letto con la conseguenza di un aumento del dolore.
Premetto che non ho avuto traumi e che questo dolore, molto meno intenso, lo avvertivo già da qualche giorno prima della partenza.
Vorrei sapere se posso prendere, non contemporaneamente, Brufen 600mg e toradol compresse per sfiammare e alleviare il dolore per poter riposare.
Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
oltre a non essere corretto nei Suoi confronti prescrivere farmaci a distanza, è anche vietato dalla Legge.
Detto questo Le posso dire che si tratta di sciatalgia (dolore lungo il territorio del nervo sciatico)
In questa fase, in mancanza della certezza della causa, buoni rimedi sono riposo e gli antinfiammatori e antidolorifici che Lei comunemente assume.
Dopodiché va accertata la causa attraverso precisi e mirati esami.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore
Innanzitutto grazie per la sua risposta.
Il giorno dopo averle scritto mi sono fatto vedere dal medico per turisti della località in cui mi trovavo il quale dopo una visita mi ha sospeso il Brufen e sostituito la terapia con un iniezione al giorno di muscoril e diclofenac per i tre giorni successivi. Lievissimo il miglioramento.
Terminata la settimana di vacanza ,fermo in albergo, sono tornato a casa e il mio medico curante mi ha prescritto una terapia con Bentelan intramuscolo.
Nel frattempo ho eseguito una RM lombo sacrale di cui di seguito le allego il referto:

Esame eseguito con sequenze T1 e T2 pesate acquisite su piani di scansione sagittali e assiali, mirato al tratto L1 _S1 con magnete a basso campo.

Riduzione della lordosi lombare.
Lieve retrolistesi di L5.
Sostanzialmente conservata l'idratazione e lo spessore dei dischi intersomatici nel tratto esplorato.
Minime protrusioni discali ad ampio raggio nel tratto L3-L5, con iniziale impronta sul sacco durale e lieve impegno basiforaminale bilaterale.
Regolare rappresentazione del cono midollare e delle radici della causa.
Sono di altezza regolare,esenti da lesioni focali.
Segni di artrosi interapofisaria con ispessimento dei legamenti gialli.
Canale vertebrale di calibro conservato.
Lieve edema sottocutaneo in regione lombare.

Ad oggi la situazione è migliorata notevolmente ma continuo ad accusare dolore dietro il gluteo e camminando nel tratto laterale tra ginocchio e caviglia.
Oltre a chiederle un parere vorrei sapere a chi rivolgermi se ad un ortopedico o ad un fisiatra per comprendere bene dov'è il problema .
Grazie mille in anticipo per la sua attenzione.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Lei si è qui rivolto a un neurochirurgo, quindi .
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi perdoni per l'errore .
Comunque grazie mille per l'attenzione.
Un saluto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa