Sindrome della cauda

Ho 44 anni e vista la mia rotoscolosi ho sempre sofferto di mal di schiena, purtroppo però negli ultimi mesi è stato devastante ed ho rifatto la rmn con sequenze T1 e T2 pesate a STIR sui piani assiale e sagittale.

Ridotto il tono idrico dell'unità discale L3-L4 e L5-S1
Presenza di protusione mediana L5-S1 che impronta il sacco durale sul versante anteriore.
Presenza di protusione discale concentrica L4-L5 che impegna anche i recessi laterali.
Cuneizzazione posteriore del Soma di L5.
Ho dolore/fastidio nella parte dx dei genitali, mal di schiena continuo.
Appena iniziato il dolore, oltre ai genitali e schiena, avevo sciatica a tutte e due le gambe.
Ho fatto una consulenza neurochirurgica dalla quale è emersa sindrome della cauda non ancora in urgenza.
Mi è stata prescritta una rmn in ortostasi.
Vorrei avere un parere anche perché mi ha parlato di fare al più presto intervento chirurgico perché questa sindrome é pericolosa.
Grazie per l'attenzione e per il consulto.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
La sindrome della cauda è una condizione di estrema urgenza che impone l'intervento entro 48 ore dalla diagnosi. Quindi non capisco cosa significa da una parte affermare <non ancora in urgenza> e allo stesso tempo consigliare l'intervento al più presto.
I sintomi che riferisce non mi sembrano tipici della sindrome. Forse il neurochirurgo consultato ne teme l'insorgenza?

Cordiali saluti e auguri
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo e tempestivo, grazie.
Non saprei cosa risponderle, sono infatti molto confusa sulla diagnosi.
Questo dolore ai genitali però scompare dopo la ginnastica posturale, quindi anche io ero convinta provenisse dalla schiena.
Ma la rmn in ortostasi potrebbe chiarire questa diagnosi?
Il dottore mi ha anche detto di recarmi in PS qualora dovessi percepire una perdita di sensibilità ai glutei e gambe,disturbi urinari o intestinali.
Buona sera
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
non certo bisogna aspettare che compaiano quei sintomi.
La sindrome della cauda è causata da una compressione delle radici lombosacrali che "partono" dalla schiena.
A distanza non so e non posso dare consigli.
Non ho modo di valutarla clinicamente quindi non posso che dirle di seguire i consigli del neurochirurgo consultato.

Una buona giornata
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno e grazie del consulto.
Giovedì farò la visita con un altro neurochirurgo e spero di riuscire a capire bene il da farsi, perché dopo aver saputo i disturbi e le varie conseguenze, ho l'ansia ogni giorno
Buon sabato

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa