Utente
egregi dottori buongiorno, ho 46 anni
e a seguito di accertamenti diagnosti richiesti dalla mia neurologa esperta in medicina del sonno per problemi di insonnia cronica, ad inizio anno ho effettuato ho una risonanza magnetica ad enecefalo e tronco encefalico che ha evidenziato la presenza di un cavernoma di 6 mm.
Il referto dice:
non evidenti aree focali di alterata intensità di segnale a carco delle strutture nervose sovrae sottotentoriali ove ove istema ventrisi eccettui l'evidenza di una formazione (6mm) in sede sottocorticale frontale anteriore a destra con intensita' di segnale riferibile alla presenza di un cavernoma.
Non evidenti ulteriori focalità intrassiali in ambito sovrae sottotentoriale.
Strutture della linea mediana in asse.
Sistema ventricolare e spazi liquaorali periencefalici di ampiezza nella norma.
Non sono evidenti lesioni ischemiche di recente insorgenza nè raccolte fluide sottotecali.

La mia neurologa mi ha raccomandato visita di controllo neurochirurgica con ripetizione a 10 mesi un anno di risonanza magnetica.
IL mio curante ritiene invece che non ci sia bisogno per ora di effettuare tali esami asserendo che questi sono reperti occasionali e che non dovrebbe darmi problemi.

sembrerebbe essere un cavernoma asintomatico in quanto nella mia vita, a parte una paralisi di bell monitorata tre anni fa con tac che ha escluso emorragiae, non ho mai avuto problemi di natura neurologica a parte l'insonnia.
da circa 15 giorni pero' ho forti dolori al collo che mi limitano molto i movimenti.
preoccupato mi sono recato al ps. della mia citta', dove il medico che mi ha visitato ha escluso fattori neurologici (senza pero' il consulto del
neurologo specialista e test neurologici) diagnosticando una cervicalgia persistente da trattare con terapia antalgica a base di sirdalud 4 mg la sera e Dextradol 75/25 al bisogno.
Vi chiedo pertanto un parere su quanto esposto, ed un eventuale consiglio su strutture qualificate a cui potermi rivolgere per il follow up del cavernoma, zona nord est italia, emilia lombardia veneto, perche la cosa mi preoccupa un po', avendo letto vari articoli medici sui cavernomi.
Grazie
Distinti saluti

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
il cavernoma, o emangioma cavernoso, è una forma di amartoma, ossia un anomalo accumulo di tessuto endoteliale (ossia vascolare), a carattere benigno, che è molto spesso completamente asintomatico e come tale può essere un reperto accidentale. Alcune volte, in dipendenza della sua localizzazione cerebrale, può essere causa di epilessia. Non è causa né di insonnia né di cefalea (a meno che non si verifichi nel contesto del cavernoma una emorragia). In assenza, pertanto, di sintomi significativi, il suggerimento è di effettuare, come le è stato consigliato, dei controlli periodici di follow-up, facendo poi valutare il reperto ad un Neurochirurgo o Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore , per la celere risposta.