Esame neurografico

Salve a tutti.

Sono Fabrizio ed ho 28 anni e vi scrivo per avere gentilmente delle delucidazioni riguardo il mio problema.


Ho effettuato emg in quanto ho iniziato ad avere problemi nella gamba sinistra e delle fascicolazioni generali al corpo.

I problemi maggiori erano:

- Tutta la parte sinistra compreso il quinto dito sx mi si addormentava dopo una decina di minuti se restavo seduto (questo indossando le scarpe eleganti rigide) oppure in bicicletta da corsa dopo una mezz’ora.

- Dando un colpetto leggero di dita sopra il malleolo (dove c’è il nervo) avevo una scarica che arrivava fino al quinto dito.



Vi scrivo le conclusioni dell’ emg per arti inferiori e superiori.


REFERTO

Esame radiografico degli arti superiori indicativo di sofferenza del nervo ulnare sinistro al transito cubitale o lieve-moderato.

Esame elettroneuromiografico arti inferiori: lieve sofferenza neurone a cronica nei terrritori muscolari di pertinenza radicolare L5 di sinistra; lieve sofferenza assonale del nervo perineo superficiale sinistro (SAP di ampiezza ridotta rispetto al controlaterale).


Potete spiegarmi cosa significa tutto questo che è scritto?

Queste cose porteranno ad avere problemi in futuro e devo iniziare a preoccuparmi?


Il medico mi ha ordinato degli integratori per i nervi da prendere per un mese, la scossa se pur presente è sicuramente molto migliorata.

Resta però una specie di movimento (non a scatto) involontario che prende tutto il piede e lo posso sentire maggiormente nel quarto e quinto dito. Sul collo del piede invece, sento tirare (zona tra il primo e secondo dito) quando faccio determinati esercizi a corpo libero che prevede di sollevare le gambe distese, portarle verso il soffitto; per poi quando sono a 90 rispetto al busto, iniziare la fase di ritorno.


P. S. Ho effettuato un anno fa una operazione per liberare il nervo ulnare sx che dovrebbe essere stato spostato da dov’era, anche se il referto dice che c’è ancora qualcosa.
[#1]
Dr. Pier Francesco Eugeni Neurochirurgo 78 5
La terapia che le ha prescritto il suo medico è corretta.
Consiglierei comunque di fare una RMN del rachide lombosacrale.
Nel caso il disturbo non tenda a migliorare è necessario che sia rivalutato clinicamente.

Pier Francesco Eugeni, MD
Specialista in Neurochirurgia - Chirurgia Spinale
Segreteria: 3296122118 – Portatile: 3208219474 - email: eugeni@inwind

[#2]
dopo
Utente
Utente
Fatta un anno e mezzo fa:

Il canale vertebrale presenta normale ampiezza.
Attenuazione della lordosi fisiologica in clinostatismo
Presenza di iniziali segni di spondilosi.
I corpi vertebrali presentano regolare morfologia e segnale.
Grossolana cisti radicolare intrasacrale si visualizza a livello dei metameri s2-s3, in sede mediana e para mediana sinistra, determinante scalloping del muro posteriore dei suddetti metameri sacrali
Il cono midollare è in posizione fisiologica di regolare aspetto.


Cosa può dirmi con tutto questo?

La ringrazio tante per la sua cortesia
[#3]
Dr. Pier Francesco Eugeni Neurochirurgo 78 5
Se è di un anno e mezzo fa probabilmente è meglio ripeterla prima di un eventuale consulto in modo che sia più concludente.
Cordialità

Pier Francesco Eugeni, MD
Specialista in Neurochirurgia - Chirurgia Spinale
Segreteria: 3296122118 – Portatile: 3208219474 - email: eugeni@inwind

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa