Utente
Buongiorno,

Il mio ragazzo ha dolori da anni alla schiena ed al collo e questo lo fa stare male sia fisicamente che mentalmente perché è batterista di professione, ha paura di non poter più suonare ed ha davvero consultato tantissimi medici ma hanno sempre detto che non è niente, che guariva con pilates (fatto ma non ha concluso molto) o addirittura chi voleva curare con psicofarmaci perché, a loro dire, era tutto nervosismo.

Ieri ha fatto una visita da un bravo neurochirurgo al policlinico Gemelli che dalla RM ha riscontrato delle piccole protusioni (DDD C5-C6, sede di inversione della lordosi cervicale) ed un’angioma vertebrale sacrale.

La cosa che lo ha mandato in uno stato profondo di sconforto è stata quando il medico ha detto che ha un invecchiamento precoce delle articolazioni, cioè che articolazioni che si sarebbero dovute consumare dopo si sono consumate prima.
Come terapia ha dato fisioterapia e, se non dovesse funzionare, di fare infiltrazioni.

Ha chiesto al medico se deve preoccuparsi ed ha risposto che sarebbe ovviamente meglio non avere nulla ma non c’è da preoccuparsi perché non sono cose gravi.

Ora il mio ragazzo, preso dallo sconforto del dolore negli anni, crede di avere una malattia degenerativa che gli consumerà le articolazioni più in fretta, ma secondo voi è così?

È andato in un forte stato di depressione dopo questa cosa, essendo batterista il fisico è molto coinvolto nel suo lavoro, inizia a pensare di mollare tutto.

Io non so più come aiutarlo.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Bisognerebbe vedere anche le immagini della rmn, oltre che rivisitarlo, ma mi pare che, a grandi linee, l'opinione dell'ultimo Neurochirurgo non sia affatto fuori luogo.
Quanti anni ha il Suo fidanzato?

Ritenendo che abbia già fatto, visto la lunga storia, vari tentativi per ovviare al problema, è plausibile che rimanga ancora la strada delle infiltrazioni che correttemente il Nuerochirurgo che lo vedrà potrà eseguire.
Nella stragrande maggioranza dei casi, tali trattamenti sortiscono un soddisfacente effetto.
Se ha piacere, dia pure ulteriori informazioni.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, dottore.
Il mio ragazzo ha 30 anni e fa il batterista di professione.
Il neurochirurgo ha dato la fisioterapia come cura e la posturale (cosa che ha già fatto anni fa per la scoliosi e continua a fare a casa ancora oggi).
Quello che lo fa stare davvero giù ora è questa cosa dell’invecchiamento precoce delle articolazioni, ma è una patologia? Andrà sempre a peggiorare?

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Credo che, per quanto riguardi la degenerazione articolare, un Ortopedico sia più qualificato di un Neurochirurgo per esprimersi.
Sono invece favorevole all'infiltrazioni, così come già consigliato dal Collega.
Dia pure ulteriori notizie.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294