Utente 131XXX
Salve a tutti, vi scrivo per raccontarvi il mio calvario cominciato circa 3 mesi fa. E' da allora che avverto una sensazione di vertigini, sbandamenti e incertezza nel camminare, come se non avessi problemi nell'equilibrio. Dopo una settimana di questo malessere mi sono spaventato e sono andato in ospedale, dove mi hanno fatto le classiche analisi del sangue più elettrocardiogramma, ma tutto è risultato negativo. Mi hanno cosi rispedito a casa senza dirmi nulla, praticamente assoggettando il tutto allo stress e alla postura (sono uno studente di architettura e passo molto tempo davanti al pc, o piegato a studiare / disegnare). Fatto sta che il problema non è scomparso, anzi. Ho fatto cosi una serie di visite mediche anche specilistiche:
ORTOPEDICO:
- Riscontrata contrattura all'altezza del rachide cervicale
mi sono state prescritte MICROSER per lo sbandamento, ma il mio medico di base mi ha sconsigliato di prenderle dicendomi che non avrei risolto il problema e allora ho evitato.
OTORINO:
- Per quanto riguarda lo sbandamento mi è stato detto che dal punto di vista uditivo non avevo problemi e che non ho labirintite.
NEUROLOGO:
- Il neurologo dalla sua visita non ha riscontrato nulla di rilevante per quanto riguarda questo mio problema e si è limitato a confermare che è presente questa contrattura e a prescrivermi degli ansiolitici.

Durante questi mesi sono stato anche dal dentista per altri problemi dicendomi che dal punto di vista odontoiatrico per lui non ci sono problemi che possano causarmi questo tipo di disturbo.
Ho anche fatto una TAC in ospedale anche questa negativa. Ho effettuato inoltre una Risonanza Magnetica di cui avrò i risultati Mercoledi 07 ottobre.
In questo periodo sto facendo massoterapia classica, ma non ho noto grandi miglioramenti. L'unica cosa che mi è stata d'aiuto momentaneamente, sono state 2 pasticche di Voltaren e Lyseen (mattina / sera) prescritte da un Fisiatra per vedere quale fosse la mia reazione. Ma dopo un effetto benefico il primo giorno, i seguenti (non so se magari per colpa di qualche effetto collaterale dei farmaci) sono tornato nel solito stato di malessere.
Chiedo aiuto perchè quello che provo è fortemente invalidante, ed io che ero un ragazzo molto attivo mentalmente (ho 22 anni) mi ritrovo uno straccio, senza voglia di far nulla e con una stanchezza di tutta questa situazione infinita. Tornerò da questo Fisiatra mercoledi per mostrargli i risultati della Risonanza Magnetica, ma intanto volevo chiedere un altro consulto a voi, per avere altre opinioni o punti di vista.
Grazie in anticipo!

[#1]  
Prof. Enrico Volpe

24% attività
4% attualità
8% socialità
CASTEL VOLTURNO (CE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ha provato a consultare uno specialista psichiatra ? In quanto a me sembra che su una patologia organica riguardante al colonna cervicale, di modesta entità, si stia sovrastrutturando uno stato ansioso-depressivo.
Auguri
Prof. Volpe Enrico
Prof. Enrico Volpe

[#2] dopo  
Utente 131XXX

Grazie per la pronta risposta. Non ho sinceramente sentito nessuno psichiatra, è che sinceramente mi piacerebbe risolvere la patologia organica, solo che al momento nessuno ha saputo farmi una diagnosi precisa rimanendo tutti molto sul vago, e quindi automaticamente il mio problema non si risolve se non ho una cura precisa da seguire. Credo che lo stato mentale "precario" sia subentrato appunto dopo questa situazione, e sono altresi convinto che risolvendo il problema fisico andrà meglio anche quello mentale. Per questo motivo non vorrei prendere psicofarmaci.
Il mio vero dubbio è, siccome nessuno ha saputo darmi una risposta univoca, è possibile che questa contrattura all'altezza della cervicale possa darmi questo tipo di problema? io muovendo il collo in tutte le direzioni, tranne in avanti avverto tensione / dolore. E se si, quale cura posso seguire per risolverla il prima possibile?
Se no, cosa posso fare?
Grazie mille per la disponibilità

[#3] dopo  
Utente 131XXX

Salve a tutti aggiungo il responso della risonanza magnetica:

===
Esame di qualità non ottimale per presenza di fenomeni artefattuali da movimento.

All'inizio sono stati eseguiti tomogrammi con immagini pesate in T1-T2 sui piani saggitali e in T2 su piani assiali

Rettilizzazione del rachide cervicale lieve protrusione di scale paramediana destra a livello c5-c6

Corpi vertebrali esenti da alterazioni morfo-strutturali e di intensità di segnale

Intensità di segnale in T2 nel contesto del midollo spinale non appare valutabile in relazione a vistosi fenomeni artefattuali da movimento

Si apprezza regolare morfologia del midollo spinale

Canale vertebrale nei limiti della norma
===

Il fisiatra mi ha detto che non può dipendere da questa contrattura e mi ha consigliato una nuova visita neurologica.. sono veramente affranto.
Qualcuno ha consigli da darmi? non so veramente cosa fare..