Utente
Gentili Dottori, vi chiedo umilmente un'aiuto, una risposta, ho solo 28 anni e soffro da un'anno e mezzo di disfunzione erettile, la quale e andata pian piano migliorando, anche se ora si è stabilizzata e mi mancano le erezioni mattutine e quelle spontanee, legate ad un calo del desiderio, ma forse perchè non sento il pene reattivo come prima, chi lo sa!!! I primi tre mesi ero praticamente impotente, sentivo il pene come addormantato, assolutamente indifferente a stimolazioni di tutti i tipi e sentivo qualcosa di diverso solo se facevo stracing con le gambe, infatti pensavo fosse dovuto alla postura che avevo quando mi sedevo a guardare la tv poggiando l'osso sacro, o al fatto che guido molto per lavoro su strade tortuose, o ancora al fatto che vado di tanto in tanto in bicicletta... fino a quando ho deciso,dopo un anno, di rivolgermi ad un'andrologo, col quale ho provato a risolvere il problema con una cura di 2mesi con Cialis20mg, che oltre a migliorare la mia erezione non ha risolto niente, poi avendo la prolattina un pò alta, ho provato a curarlo con Dostinex, ma niente anche se la prolattina è scesa, poi l'ultima prova, che sto ancora facendo è col testosterone gel, perchè il testost.libero è un pò basso, anche se rientra nei parametri, ma oggi dopo 20 giorni, ancora nulla di così importante, tranne qualche erezione mattutina!!! Per concludere, aggiungo che riesco a raggiungere l'erezione e l'eiaculazione, solo con stimolazione tattile e visiva consistente, anche se entrambe non sono più come prima, mentre le erezioni mattutine arrivano solo com stimolazione, in questo caso anche leggera, ma non è certo spontanea, puntuale, duratura e rigogliosa come prima! Inoltre noto che se sto molto seduto al pc, su poltrincina stile ufficio, sento un leggero addormantamento di tutta la fascia del bacino. Oltre a questo noto un dolore alla schiena se sto molto in piedi e a volte appena mi corico!!! Potrebbe essere un problema legato a lesioni al midollo o problemi alla colonna vertebrale? E quel che sia, può essere risolto? Vi prego di aiutarmi, e vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
non entro nel merito delle possibili cause di competenza andrologica per le quali può essere necessario un consulto tra vari specialisti al fine di chiarire la diagnosi.
Rispondo, per quanto è di mia competenza, alle ultime domande che Lei pone.
Pur se è molto raro il caso, disturbi dell'erezione possono aversi a seguito di patologie che riguardano l'ultimo tratto del midollo spinale( livello vertebrale D12-L1) o anche della colonna lombosacrale (livello vertebrale L4-L5-S1)
E' necesarioo quindi che Lei consulti un neurologo o un neurochirurgo che, visitandoLa, possa prescriverLe gli esami diagnostici più appropiati ed eventualmente confrontare la propria ipotesi diagnostica con quella dell'andrologo.
Con i migliori saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, innanzitutto la ringrazio per la risposta, dalla quale mi sorge qualche domanda: se fosse un problema legato ai tratti della colonna da lei indicati, quali altri sintomi dovrei presentare? Può provocare scarso desiderio sessuale? E poi, in questo caso, mancano solo le erezioni spontanee e mattutine, o è tutto deficitario? Perchè le ripeto, che con stimolazione, riesco a raggiungere sia l'erezione che l'orgasmo, anche se con meno facilità di prima e con meno entusiasmo di prima, come l'eiaculazione che non è potente rispetto a prima che arrivasse questo problema.
E per concludere, sono risolvibili, tali problemi?

La saluto e La ringrazio

[#3]  
Caro signore,
quanti farmaci. Cominciamo dall' ABC: su ceh base è la sua disfunzione erettile? Ormonale, ?, Metabolica?. Psicogena?, Vascolare?. Che esami ha fatto. m

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore, è proprio questo il motivo per il quale chiedo aiuto, perchè a quanto pare, il mio Andrologo, che rispetto, non ha ancora individuato la causa del mio problema. Ho fatto esami del sangue per vedere il Testosterone totale e libero, la prolattina e la tiroide, dove risultò, ad Aprile, che avevo la prolattina leggermente alta ed il testosterone libero un pò basso; ora con Dostinex la prolattina è rientrata, ed il testosterone è risalito un pò, ma sto prendendo Testosterone gel per provare ad aumentarlo un pò per vedere se migliora la situazione. In settimana farò una TAC lombo-sacrale, per vedere eventuali problemi alla colonna, perchè le ripeto che a volte sento il pene poco sensibile, e mi è capitato, durante il rapporto sessuale, di avertire come un'addormentamento del glande, faticando a raggiungere l'orgasmo. Il desiderio sessuale è comunque scarso o nullo, percui, non saprei!!! Secondo lei potrebbe essere legato a qualche ernia o vertebra spostata?

[#5]  
Caro signore,
per una diagnosi corretta del suo problema bastano: un esame del sangue, un ecodoppler penieneo, ed una attenta raccolta di notizie con visita clinica. Raramente occorre di più. Detto questo se la sua prolattina era maggiore del doppio del livello superiore di normalità la terapia con Dostinex ha senso (ha proposito ha fatto TAC ipofisi?) se no non serve: è la fifa dell' ago ovvero lo stao ansioso che la alza un po. Controlli ed eventualmente tragga lei le conclusioni.

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dottore, la ringrazio per il supporto:
- come esami del sangue, ho solo ripetuto più volte gli esami ormonali che le ho detto;
- per la prolattina ho eseguito il profilo della prolattina (3 prelievi in mezz'ora con agocannula), e risultò 14,2 ng/ml (range 1-12 ng/ml. E comunque non ho paura degli aghi, ma forse potrebbe essere stress perchè vado a letto tardi e per il lavoro!?
- per quanto riguarda la TAC all'ipofisi, ne avevamo parlato con l'Andrologo, ma forse si sarà dimenticato di prescrivermela, oppure ha ritenuto che non servisse più perchè la prolattina era solo leggermente più alta e comunque è rientrata.
- Ecodoppler non me ne ha fatto fare, perchè sostiene che se il Cialis ha funzionato, non ce n'è bisogno.
- Mi esegui un'ecografia a livello testicolare per scongiurare un'eventuale Varicocele.
Lei pensa che manchi qualcosa?
Ora chiamerò il dottore e gli chiederò della TAC all'ipofisi.
Distinti saluti.

[#7]  
Mi pare una cosa un po disordinata tutto questo approccio. Sono emiliano e l' emilia non brilla per diplomazia, pertanto la prego di scusarmi se le dico di cambiare campana. Tanto per cominciare quella prolattina alta è di origine ansiosa e non serve a nulla abbasrla col farmaco. Lasci perdere la tac con quel valore non serve.

[#8] dopo  
Utente
Genile Dr Cavallini, concordo con lei, ma se per cambiare campana, intende cambiare Andrologo, sono un pò con le mani legate, in quanto dove vivo, vi sono due soli Andrologi nel raggio di 100km o anche più, uno dei quali già alla prima visita, non mi ha inspirato fiducia, per i modi di fare, che non sto qui a raccontare, mentre il secondo, l'ho trovato più preparato e professionale, anche se ora, a distanza di mesi, comincio a dubitare anche sulla sua professionalità. Se fosse più vicino, non esiterei a farmi visitare da lei, ma ciò richiede ferie, viaggio, pernotto e quant'altro, che al momento non mi è possibile, percui per ora l'unico modo che ho, purtroppo, è chiedere un'aiuto su questo sito, che trovo molto utile per chi come me, non ha il mondo a portata di mano.

[#9]  
Ho visto numerose domande nel suo storico a tale riguardo. Lasci stare il qui presente scrivente ma penso che possa valere la pena farsi un giretto, creda.

[#10] dopo  
Utente
E si, avrà visto varie domande perchè sono ormai due anni che cerco di risolvere questo problema, con scarsi risultati, fortunatamente sono un tipo ottimista e non mi abbatto, ma ora non ce la faccio più, voglio tornare alla mia vita sessuale di prima, sono giovane e tante occasioni li sto lasciando scivolare via perchè non mi sento focoso, non mi sento eccitato e sicuro come prima. Mi creda, se so che il mio problema si può risolvere, un giretto lo farò, anche se non vorrei fare sali e scendi poi per altre visite di controllo ecco, ma se è necessario lo farò. Al meridione può consigliarmi qualcosa?? Una clinica o un dottore bravo!?

[#11]  
Al San Carlo di Potenza conosco personalmente la dottoressa Angela Vita, a napoli il caro collega Pierluigi Izzo.

[#12] dopo  
Utente
Gentili Dottori, riporto il riscontro di una tac lombo-sacrale:
- a livello L4-L5 bulging circonferenziale discale con lieve impronta sul sacco durale.
- a livello L5-S1 lieve bulging dell'anulus simmetrico.

Potrebbero dipendere da questi i miei problemi?
- Mancate erezioni mattutine
- Mancate erezioni spontanee giornaliere
- Scarso desiderio sessuale
- Poca sensibilità a livello del glande

In attesa di risposta, vi ringrazio e vi saluto.

[#13]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
mi sembra poco probabile che i Suoi problemi erettivi siano imputabili a quanto emerso dalla TAC lombare.
Rimango dell'avviso di un consulto tra andrologo e psicologo.
Cordialità ed auguri
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#14]  
A volte si utilizzano esami elettrofisologici, qualche indicazione la danno.

[#15] dopo  
Utente
Gentili Dottori, prima di rivolgermi ad un altro Andrologo(consigliato dal Dott Cavallini), vi chiedo, è necessario fare una visita neurologica con esami elettrofisiologici o è inutile? In caso positivo, sapreste indicarmi un neuro-urologo in Calabria? Io pur di tornare come prima sono disposto a tutto, l'importante è sapere cosa fare.
Vi ringrazio e resto in attesa di risposta.
Distinti Saluti.

[#16] dopo  
Utente
Gentili Dottori, prima di rivolgermi ad un altro Andrologo(consigliato dal Dott Cavallini), vi chiedo, è necessario fare una visita neurologica con esami elettrofisiologici o è inutile? In caso positivo, sapreste indicarmi un neuro-urologo in Calabria? Io pur di tornare come prima sono disposto a tutto, l'importante è sapere cosa fare.
Vi ringrazio e resto in attesa di risposta.
Distinti Saluti.

[#17]  
Prima va collega andrologo, poi lui valuterà se è il caso. Già detto.