Tia?quali accertamenti?

Partecipa al sondaggio
gent.mi dottori,
scrivo per mia mamma,una donna di 59 anni,senza particolari problemi di salute,eccetto una emicrania che da 30 anni le viene mediamente una volta al mese presentandosi sempre senza aurea.
L'altro giorno mentre stavamo pranzando ha detto che all'improvviso non vedeva piu' bene con l'occhio destro,aveva la visione offuscata.Chiudendo l'occhio ineteressato,la vista in quello controlaterale era a posto.Il disturbo è durato circa 45 minuti e poi è scomparso.Non le era mai capitato prima.Siccome mio padre è optometrista le ha visto subito il fondo dell'occhio,era tutto a posto,anche se non ha usato un ciclopegico perchè non è medico.
Volevo sapere se è il caso di pensare ad un tia o ad una compressione transitoria da neoformazione neoplastica e quindi fare accertamenti neurologici.
Appena si è presentato il disturbo io le ho consigliato di andare al pronto soccorso nel caso fosse un tia (anche se generalmente si manifesta con una emianopsia bilaterale),ma lei non ha voluto neanche dirlo al suo medico di famiglia.Poichè conosce questo sito e ne ha fiducia,spero almeno che segua quanto scritto da voi.
Quali accertamenti sarebbe il caso di fare?
Vi ringrazio per la cortese attenzione ed invio cordiali saluti.



[#1]
Dr. Vincenzo Sidoti Neurologo 566 16 20
potrebbe essere un TIA retinico. Per sicurezza farei uno screening del rischio cardiovascoalre (Ecodoppler TSA, ECG, esami ematici : PCR,colesterolo,omocisteina; doppler transcranico per escludere PFO). Nelle more meglio assumere un antiaggregante

Dott Vincenzo Sidoti

Emicrania

L'emicrania è una delle forme più diffuse di cefalea primaria, può essere con aura o senz'aura. Sintomi, cause e caratteristiche delle emicranie.

Leggi tutto