x

x

Purtroppo non ho il tempo di controllarmi, però se poteste iniziare a darmi un aiuto o una

Buongiorno a tutti. Ho 28 anni e da circa 3 anni la mia vita è cambiata, diciamo che a momenti penso di avere 82 anni!vi spiego il perchè: ho una stanchezza diffusa che si sviluppa circa un' ora dopo il risveglio mattutino, mi sento già distrutta senza fare granchè. ho sempre una pesantezza alla testa, nella parte frontale, l' espresione del mio viso è cambiata, non riesco a tenere le palpebre alzate, specie all' occhio sinistro, quindi sembro sempre triste o assonnata senza esserlo. A momenti ho difficoltà a pronunciare le parole, specialmente la r insieme alla l, il timbro di voce è cambiato, sembra "affogato", debolezza alle braccia, mi cadono spesso gli oggetti dalle mani, dolori continui ai muscoli delle gambe,mi stanca anche fare le scale e questa continua esigenza di andarmene a dormire.Mi stance anche fare discorsi lunghi, specialmente la sera e ho gli occhi dastrutti, non riesco a tenerli aperti. Fiato corto e lento, sembra che a momenti mi stanchi anche respirare, insomma, sono da buttare! purtroppo non ho il tempo di controllarmi, però se poteste iniziare a darmi un aiuto o una diagnosi per iniziare vi ringrazierei veramente di cuore, anche perchè ho un bambino piccolo che a causa di questi sintomi non riesco a godermelo come vorrei!grazie mille a chi volesse rispondermi
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70k 2,1k 23
Gentile Signora,

purtroppo on line non è possibile fare una diagnosi circa il Suo problema. Un'ipotesi possibile è quella di uno stato ansioso somatizzato e/o associato a disturbi depressivi. Le ripeto però che è soltanto un'ipotesi.
Le consiglio di effettuare una visita neurologica per una valutazione diretta dei Suoi sintomi.
Stia tranquilla perchè si godrà il Suo bambino ma deve pure occuparsi un pò di Lei, non dica che non ha tempo, perchè l'eventuale tempo impiegato adesso Le verrà certamente restituito quando risolverà il problema.
Mi ascolti.

Cordiali saluti ed un bacio al piccolino

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore e grazie mille per avermi risposto. So che on line è difficile fare una diagnosi, ma proprio per il poco tempo che ho di consultare medici, volevo giusto avere un orientamento. I miei sintomi possono anche essere legati ad una depressione, forse per il periodo difficile che sto vivendo ed il parto recente, è possibile, ero preoccupata di avere un problema neurologico. Grazie del consiglio. Già che ci sono vorrei chiedere un parere: a mio marito la settimana scorsa è stata diagnosticata una miastenia, dalla TAC si è evidenziata una massa timica che deve essere asportata. Qual' è il modo più indicato per effettuare la timectomia? e qual' è il centro più specializzato? io scrivo dalla Sardegna, e non so se qui ce ne sono. Poi un' ultima domanda: mio figlio può essere predisposto a questa malattia?dovrei fare un esame sulla genetica?grazie ancora
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70k 2,1k 23
Gentile Signora,

l'orientamento (istintivamente) è verso una forma ansiosa e/o depressiva ma, Le ripeto, è soltanto un'ipotesi.
Faccia la visita neurologica.
Circa l'intervento per l'asportazione di timoma, non saprei dirle, dovrebbe consultare un chirurgo.
Non conosco centri in Sardegna, potrebbero anche esistere ma purtroppo li sconosco.
Per il bambino può stare tranquilla, non deve fare nessuna indagine genetica, la malattia non è ereditaria.
In linea di massima, le forme miasteniche associate a timoma dovrebbero essere le più favorevoli e spesso con l'intervento chirurgico ci può essere una drastica riduzione della sintomatologia con scomparsa dei sintomi per un periodo molto prolungato, qualche volta definitivamente (questo però senza creare facili illusioni, Le parlo in generale e non nel singolo caso di Suo marito che ovviamente sconosco).

Auguri per Lei e per Suo marito

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test