Utente
Salve,
volevo esporvi il mio problema.
Sabato scorso uscendo fuori a cena ho bevuto qualche bicchiere di troppo e sono tornato a casa abbastanza ebbro. Appena arrivato a casa mi è iniziato un forte mal di testa, mi sono coricato e mi sono addormentato.
La mattina dopo avevo ancora di mal di testa ed ho preso una pastiglia per levarmelo. Passata qualche ora effettivamente il mal di testa era sparito ma continuavo ad avere altri sintomi.
Ci sto convivendo da tutta la settimana.
Ho come delle scossettine alle tempie, non dolorose, anzi lievi, però fastidiose, la frequenza dipende comunque non elevata, e ogni tanto le sento come se fossero premute, inoltre ho la vista un pochino annebiata, cioè mi da fastidio magari vedere immagini che passano veloci, infine ho la testa che sembra essere diventata più sensibile, ogni tanto ho la pelle d'oca (o brivido) sulla parte posteriore sinistra del cranio.
Oggi ho prenotato EEG (tra 2 settimane) e visita neurologica (fra 1 mese)
La dottoressa ha detto che potrebbe trattarsi di Cefalea con parestesia frontale
volevo sapere in cosa consiste, e avere altri pareri. Di solito non mi preoccupo più di tanto, ma il fatto che il problema sia a livello celebrale mi mette davvero ansia
Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Marco Trucco

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
PIETRA LIGURE (SV)
LOANO (SV)
IMPERIA (IM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gent. mo Utente,
la cefalea dopo assunzione di alcoolici è molto comune e alla Sua età, come ha potuto riscontrare, in genere a rapida remissione spontanea.
I sintomi che descrive potrebbero essere riferibili a tensione muscolare.
In realtà non esiste una malattia che si definisce "Cefalea con parestesia frontale". La Collega ha semplicemente descritto l'associazione dei due sintomi: cefalea è sinonimo di mal di testa; parestesie sono sensazioni anomale tipo formicolii, "scossette" come Lei le definisce, lievi bruciori, sensazioni di lievi punture di spillo.
I sintomi non sembrano preoccupanti. Comunque il neurologo che La visiterà sarà sicuramente in grado di interpretare i Suoi sintomi e rassicurarLa.
Per ora se avverte dolore fastidioso si limiti a semplici analgesici (non per i formicolii).
Molto cordialmente
Dott. Marco Trucco
Specialista in Neurologia e Neurofisiologia Clinica
www.marcotrucco.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio di cuore per la tempestiva risposta. Mi ha tranquillizzato molto, visto che con la dottoressa non mi ero messo a discutere, per paura di sapere che fosse una cosa preoccupante.
Chissà perchè in internet invece sono più tranquillo.
Comunque finora non ho preso quasi mai analgesici (a parte qusto pomeriggio dove però avevo il solito mal di testa, diverso dai sintomi che ho riportato) perchè il dolore è sopportabilissimo.
Volevo chiederle solo più una cosa, io bevo ogni tanto e fumo qualche sigaretta, di alcool dopo sabato non ne ho più assunto e ne voglio farlo fino a quando non mi passeranno questi sintomi, volevo sapere se è il caso anche di smettere di fumare per "guarire" più in fretta.
Aggiungo che oggi ho avuto male tra la spalla destra ed il collo e quando inspiro a pieni polmoni mi brucia come se ci fosse un ago in quel punto, ma se non ricordo male avevo avuto lo stesso bruciore anche qualche mese fa, comunque lo dico per non dimenticarmi niente.
Ed inoltre ho scoperto che facendomi massaggiare le tempie e la testa mi sento molto meglio.

Grazie ancora per la rapida risposta

[#3]  
Dr. Marco Trucco

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
PIETRA LIGURE (SV)
LOANO (SV)
IMPERIA (IM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gent. mo Utente,
credo che da quanto descrive ci sia già la risposta: prima di tutto la cefalea è ridotta; migliora con massaggi; ne ha sofferto occasionalmente anche in passato; l'intensità non è particolarmente elevata. Ciò conferma la mia impressione di cefalea a carattere tensivo, diagnosi che deve ovviamente essere confermata da una visita specialistica. E' una cefalea molto comune, specie nella sua forma episodica, che traduce il classico "mal di testa" che prima o poi quasi tutti provano, per stanchezza, affaticamento, stress, ecc. Il massaggio attenua la tensione muscolare e allevia il dolore.
Per quanto riguarda il fumo, la mia risposta è evidente: smettere fa bene a tutti, anche per altri motivi che non siano necessariamente la cefalea. E, aggiungo, anche un certo incremento dell'esercizio fisico ottiene lo stesso risultato.
Mi comuniche l'esito della visita neurologica.
Molto cordialmente
Dott. Marco Trucco
Specialista in Neurologia e Neurofisiologia Clinica
www.marcotrucco.it

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,

le comunicherò prontamente la diagnosi, sperando anche di aiutare altri utenti con gli stessi sintomi.
Sto riducendo drasticamente il numero di sigarette (da 8 ora sono passato a 3 al giorno e conto di diminuire progressivamente fino a smettere).
Sono molto più tranquillo anche perchè in effetti in questo periodo mi trovo sotto enormi stress e soprattutto sono bloccato nel fare attività fisica (e questo è un'altro grande stress visto che nonostante un leggero sovrappeso sono un ragazzo a cui piace molto andare in bici e giocare a calcio almeno 2 o 3 volte a settimana) a causa di una periostite tibiale. Praticamente nel giro di 3 mesi sono riuscito a collezionare la periostite, un anemia per carenza di ferro, e quest'ultima cefalea.
Cercherò di dedicarmi dunque ad attività fisiche come pesi in modo da mantenermi un minimo in forma senza sforzare le gambe, e anche di razionare le ore davanti al computer (cosa non facile visto che studio come informatico) visto che se passo troppo tempo davanti al monitor il senso di annebbiamento alla testa aumenta, come ho notato di avere un fischio leggero ma continuo nelle orecchie.
Ah un altra domanda se avrà voglia di rispondermi. (non voglio rubarle tempo)
Nel caso fosse confermata la parestesia, quali sono i rimedi per curarla? O passa da sola con il passare del tempo? devo dire che mi sembra un po' diminutia.
La ringrazio ancora.
Cordialmente,

Marco

[#5]  
Dr. Marco Trucco

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
PIETRA LIGURE (SV)
LOANO (SV)
IMPERIA (IM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gent. mo Marco,
le parestesie in un paziente con cefalea tensiva sono per lo più un disturbo di scarsa importanza, legate in genere appunto alla tensione muscolare (o comunque ad uno stato di iperattivazione delle cellule nervose) e spesso a remissione spontanea.
In caso di persistenza si può comunque assumere un supplemento di sali, in particolare di Magnesio, che ha la proprietà di ridurre tale eccitabilità.
Non consideri questa segnalazione come una diagnosi o una prescrizione. Ne parli eventualmente con lo Specialista neurologo che La visiterà.
Cordialmente


Dott. Marco Trucco
Specialista in Neurologia e Neurofisiologia Clinica
www.marcotrucco.it

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo Dottor Trucco,
la ringrazio tantissimo, e la disturberò soltanto per inserire gli esiti degli esami.
La rignrazio soprattuto perchè dando un nome ai miei disturbi ho potuto cercare qualche informazione, e mi sento molto rassicurato proprio perchè ho tutti i sintomi di questa cefalea tensiva.
Pesantezza al capo, dolori al collo, fotofobia, e soprattuto mi ha colpito una cosa che non ritenevo importante, ovvero che il dolore mi "aumenta" quando mangio e muovo tanto le mandibole. Non pensavo fosse un disturbo da segnalarle.
Ancora tantissimi ringraziamenti, è stato gentilissimo.

Cordialmente,
Marco.

[#7]  
Dr. Marco Trucco

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
PIETRA LIGURE (SV)
LOANO (SV)
IMPERIA (IM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gent. mo Marco,
l'ultimo sintomo che mi ha comunicato potrebbe essere importante: sarebbe opportuno effettuare una radiografia delle articolazioni temporo-mandibolari e una visita odonto-stomatologica per escludere o confermare una disfunzione dolorosa dell'articolazione stessa. Tali disfunzioni talora sono alla base di cefalee con caratteristiche molto simili a quella tensiva.
Provi a parlarne col Suo medico e veda se Le consiglia questi esami.
Cordialmente
Dott. Marco Trucco
Specialista in Neurologia e Neurofisiologia Clinica
www.marcotrucco.it

[#8] dopo  
Utente
Salve, ho letto ora la sua risposta.
Guardi ad oggi tutti i sintomi sono quasi totalmente spariti. Non sento più dolore quando mangio, non ho più avuto la testa annebbiata e rimangono solo lievi scosse alle tempie un paio di volte al giorno, ma niente di più.
Comunque ne parlerò con la mia dottoressa.
Grazie

[#9] dopo  
Utente
Solo per informare chi magari ha avuto il mio stesso problema, i vari sintomi sono completamente svaniti, solo alcune volte, magari ogni 2 o 3 mesi, ho del dolore alle tempie o alla nuca, ma sembra tutto normale, insomma semplici mal di testa.