Utente
Salve, vorrei gentilmente avere un Vostro parere per quanto riguarda un problema che assilla mia madre da qualche mese. Ha 58 anni, leggermente sovrappeso, pressione alta.da qualche mese ha un tic incessante all'occhio e alla bocca in contemporanea che oltre ad essere fastidioso le procura stanchezza e ansia. la dottoressa le ha fatto fare i raggi da cui non risulta niente e il 16 luglio avra' la tac al cranio. puo' essere qualcosa legato ai nervi o come suppone la dottoressa un sintomo di ictus? Attendo con ansia una vostra gentile risposta. grazie mille per il lavoro che fate
stefania

[#1]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

si potrebbe pensare alla sindrome di Meige, caratterizzata da blefarospasmo e distonia della bocca. In tali casi è importante effettuare una RMN dell'encefalo (previa esclusione di controindicazioni all'esame) per valutare un eventuale conflitto neurovascolare. In seguito è possibile valutare le opzioni terapeutiche: trattamento con farmaci, iniezioni locali con tossina botulinica ovvero risoluzione chirurgica del conflitto neurovascolare (nel caso sia individuato dagli esami strumentali).
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#2] dopo  
Utente
Dott. Muciaccia, la ringrazio infinitamente per la sua risposta.
scusi la mia ignoranza in materia cos'è una RMN dell'encefalo? la TAC deve farla lo stesso? che tipo di sintomi può portare in futuro questa sindrome? Mia madre "purtroppo" lo metto tra virgolette perchè la ammiro moltissimo per quello che fa ,accudisce mia nonna di 91 anni con inizio di alzaimer e mio padre che da due anni porta con sè le conseguenze di un brutto ictus.Capirà che non ha tempo per se stessa e questi esami li sta facendo solo per farmi un piacere, lei dice che non ha niente e che tutto passerà...
La ringrazio se vorrà rispondermi nuovamente e vorrei stringerLe personalmente le mani per l'umanità con cui svolge il suo lavoro, ad averne di medici come Voi che prestano questo servizio on line senza guadagnarci niente economicamente se non la riconoscenza della gente che aiutate.
stefania

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Io credo coinvolgimento emotivo "partecipi" alla manifestazione dei sintomi. Attendiamo l'esito della RMN più specifico per i tessuti molli (cervello) a differenza della TAC che è più specifica per i tessuti "duri" (ossa).
Saluti
Daniele Tonlorenzi
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara Stefania,

come ha giustamente evidenziato il Collega Tonlorenzi, TAC ed RMN sono esami simili ma complementari. La Risonanza magnetica nucleare (RMN) permette una visualizzazione più dettagliata delle strutture dell'encefalo. Per quanto riguarda il problema di tua madre, in genere si tratta di un disturbo un po' fastidioso ma benigno.
Infine vorrei ringraziarti per le belle parole espresse nella replica alla mia risposta.
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#5] dopo  
Utente
Carissimi dt. Muciaccia e Tonlorenzi, grazie per le Vostre risposte. Andrò oggi stesso dalla dottoressa per richiedere la risonanza nucleare per mia madre.
non mancherò a farVi avere le risposte...
Grazie ancora di cuore,
a presto
con immensa riconoscenza, STEFANIA

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori, sono di nuovo qua per la risposta dell' rm cervello e tronco encefalico senza mezzo di contrasto effettuato da mia madre il 16 luglio.
reperto: in sede sottotentoriale, cisterne della base, quarto ventricolo e spazi subaracnoidei di ampiezza normale.non alterazioni focali e diffuse del segnale del cervelletto e del tronco encefalico.condotti uditivi interni simmetrici, di normale morfologia ed ampiezza. Non tumefazioni in corrispondenza dei pacchetti acustico-facciale. Simmetriche anche le restanti porzioni delle rocche petrose. il V paio di nervi cranici è riconoscibile nel suo tratto intracisternale, con aspetti di normalità se si eccettua la presenza di una sottile struttura tubulare priva di segnale, da riferire a piccolo vaso, medialmente al sinistro.In sede sopratentoriale, ventricoli e spazi subaracnoidei periencefalici di ampiezza normale.Non alterazioni focali o diffuse dal segnale. Strutture mediane in asse. La sequenza angio-RM dimostra una certa tortuosità delle arterie del circolo posteriore, con appoggio della vertebrale sinistra alla superficie laterale del tronco encefalico, e qualche irregolarità di calibro del tratto P1 destro.Come reperto collaterale si segnala modesto ristagno flogistico nei settori inferiori del seno mascellare destro.Si consiglia visita specialistica neurologica.
la Dott. di base dice che è tutto apposto e quindi saranno i nervi per lo stress.
il neurologo fino a settembre non lo vedremo. Ci possiamo tranquillizzare o ci consigliate qualche altro esame?
sinceramente io di questo referto non ci ho capito nulla ma sembra "buono" . Grazie a chiunque mi darà un loro parere, grazie di cuore.
stefania

[#7]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara Stefania,

la RMN ed angio-RMN non evidenziano particolari problemi. Il disturbo di tua madre richiede a questo punto soltanto un accurato esame obiettivo neurologico al fine di valutare l'entità del problema e considerare le eventuali opzioni terapeutiche.

Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Muciaccia, buongiorno a tutti gli altri dottori...
mia madre ieri è andata dal neurologo e il responso è stato che:
sembra che ci sia stato un lieve ictus oppure soffre di qualche morbo che le procura tutti questi fastidi, tra l'altro sempre più frequenti!
le ha dato delle goccie e delle pastiglie da prendere per circa un mese e intanto deve prendere appuntamento con un neurochirurgo per vedere se necessita una operazione che , ha spiegato il neurologo, consisterebbe in un piccolo foro dietro l'orecchio per sistemare i nervi andati in tilt. Noi figlie non siamo potute entrare e mia madre non ha saputo spiegarmi di più, dicendo che è una operazione semplisissima e di tranquillizzarci.
lei che pensa? Mi riferisco al dottor Muciaccia perchè è sempre stato così gentile e umano con me ma la richiesta vale anche per gli altri dottori che svolgono questo splendido servizio.
Vi ringrazio anticipatamente e attendo qualche chiarimento su questa operazione che il neurologo diceva si dovrà effettuare fra circa sei-sette mesi.
cordiali saluti
stefania

[#9]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara Stefania,
ti ringrazio per le gentili parole.
Purtroppo non posso esprimere ulteriori pareri senza valutare direttamente tua madre. L'intervento neurochirurgico a cui ti riferisci è sicuramente la decompressione microvascolare per risolvere il conflitto neurovascolare del quale ti ho già parlato. Tuttavia prima di pensare ad un intervento neurochirurgico, sarebbe più opportuno tentare di risolvere il problema con infiltrazioni locali di tossina botulinica.
Richiedi pertanto una valutazione presso un Centro ospedaliero di neurologia che pratichi tale metodica.
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#10] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta...
Provvederemo a cercare un Centro da Lei consigliato.
Volevo dirle che mia madre dopo solo 3 gg di trattamento ha un leggero miglioramento del tremore nel senso che balla sempre ma con meno intensità... spero sia un buon segno!
Grazie ancora di cuore per la sua disponibilità,
stefania e mamma Nadia