Utente
Dopo intervento di angioplastica, effettuato circa 20 mesi fà, ho iniziato ad avere problemi di ansia (non avevo mai conosciuto un medico prima di allora, paura d'avere un infarto, troppi medicinali da prendere).Mi sono rivolto ad un amico neurologo il quale, ascoltata la mia storia, mi ho prescritto dello XANAX da 0,50 due volte al dì. In effetti da quel momento in poi non ho più avuto problemi di panico ed in particolare delle disestesie cervico-nucali.
Leggendo le istruzioni d'uso del farmaco, mi rendo conto che andrebbe somministrato per una durata non superiore a 8 –12 settimane compreso un periodo di sospensione graduale. Io lo assumo da più di un anno.
Adesso pensavo di interrompere e quindi ho iniziato gradualmente a dimininuire la dose. E' da quel momento che iniziano svariati capogiri nella giornata, emicranie, sensazione di formicolii a livello degli zigomi.
Il tutto è colpa della diminuzione delle dosi di XANAX o ci potrebbe essere dell'altro????

Anticipatamente grazie

[#1]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore,

in effetti le benzodiazepine, se assunte per periodi prolungati possono causare dipendenza. In tali casi è sufficiente ridurre in modo molto graduale il dosaggio del farmaco sino alla completa sospensione. Nel suo caso, tuttavia, potrebbe essere in atto un disturbo d'ansia o di somatizzazione che verosimilmente non si è completamente risolto. Pertanto, la sospensione dello Xanax ha determinato una recidiva della sintomatologia. Sarebbe pertanto opportuno rivalutare il problema con tests psicodiagnostici e considerare l'opportunità di prolungare il trattamento con medicinali quali benzodiazepine, buspirone o SSRI.
Cordiali saluti.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#2] dopo  
Utente
Approfittando della sua gentilezza,in che modalità riduco, in maniera graduale, l'assunzione dello XANAX ????
Grazie

[#3]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

come Le avevo suggerito sarebbe opportuno valutare con una nuova visita (neurologica o psichiatrica) la persistenza del disturbo d'ansia e discutere con il medico l'utilità di un ulteriore trattamento farmacologico. Per quanto riguarda la sospensione delle benzodiazepine io consiglio di utilizzare la formulazione in gocce dello stesso prodotto al medesimo dosaggio iniziale (nel suo caso 0,50 mg due volte al dì) e ridurre di una goccia al giorno la dose del medicinale sino alla completa sospensione.
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI