Utente
Salve chiedevo delucidazioni in merito a queste pseudovertigini che a quanto pare sono scaturite da ansia e quant'altro, ci sono arrivato dopo una trentina fra accertamenti sangue, tiroide, vestibolare, oculistica, tac cervello, risonanza magnetica cervello e cervicale poi non so come si chiama ma visto eventuali placche alle vene che dal collo portano al cervello ecc ecc tutto perfetto, però mi sentivo molto agitato e nervoso così approdato da neurologo mi ha sentenziato sintomi di ansia in soggetto ipocondriaco prescrivendomi xanax 0,25 appena apro occhi mattina e poi 1/2 ore 12:00. Dopo un mese sempre stesse le pseudovertigini allora 0,25 appena apro occhi mattina 0,50 rilascio prolungato ore 12:00 ed efexor 0,35 (che sono riuscito a prendere per 4 gg poi smesso su suo consiglio perchè stomaco in gola e per 4 gg non riuscivo nemmeno a bere che vomitavo). Così andato avanti per 3 mesi solo con xanax 0,25 e 0,50 rp. Pseudoertigini sempre lo stesso ansia quasi sparita o meglio la domino in più senso di malinconia abbattimento e faccio fatica al mattino a vestirmi e sento sempre freddo mi sento debole. Lui asserisce che non essendoci più sintomi di ansia che avvertivo quando andai prima volta questo senso che provo ora è uno "strascico finale" di quello che mi era successo ansia ecc...mi ha detto di scalare xanax e prendere solo una compressa 0,50 rp al mattino per 14 gg poi vediamo se vedere di inserire qualcosa al posto dell'efexor che non sono mai riuscito a prendere anche se lui restio ormai (infatti dice è un peccato dover ampliare la terapia se siamo riusciti a farne a meno fino ad ora dell'antidepressivo) A me fa piacere perchè nel mio inconscio e penso anche per molti prendere psicofamaci ci agita e l'idea di uscirne solo con un'ansiolitico mi alletta......ma i fatti?? sto sbagliando? dovrei insistere? o dovrei cambiare professionista? magari è più materia di uno psichiatra e non neurologo? un cosiglio per uno che non ha mai preso nemmeno un'aspirina per il mal di testa per paura effetti collaterali, andavo a letto ed al mattino mi passava. Ha volevo aggiungere che quando chiudo il lavoro e torno a casa tutto si calma e mi torna quasi buonumore anche la pseudovertigine sembra meno o più sopportabile, tutto inizia al mattino appena apro occhi.......ah e in questo periodo fatto anche sedute da psicologo.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in effetti in caso di pseudovertigini, avendo effettuato le visite e gli esami riferiti con esito negativo, la somministrazione dell'antidepressivo è indicata, ne esistono diversi e non è detto che se non ne tollera uno non può assumerne un altro.
A livello cervicale non ci sono problemi di nessun tipo, nemmeno di rettilineizzazione della colonna?
Ha problemi mandibolari, nel senso di eventuali click all'apertura della bocca a livello dell'articolazione davanti l'orecchio (ATM)?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
A livello cervicale una RM fatta sia all'encefalo e sia al collo per quest'ultimo riscontravano piccole ernie e non so cosa che fatte leggere al neurologo e non contento ad neurochirurgo dell'ospedale di pozzuoli quest'ultimo concordava con il neurologo che non potevano essere loro la causa ma era una somatizzazione dell'ansia e solo dopo molte mie insistenze (anche imbarazzanti) mi disse che se volevo cmq fare fisioterapia potevo farla e mi scrisse qualcosa su di un ricettaio suo che poi io non ho fatto perche' resomiconto che avevo esagerato....quello della colonna vertebrale mi manca se mi indica qual'e' l'esame....mentre alla mandibola pure ho fatto verifica sia dentista che otorino.......nulla pero' mo che ci penso quasi quasi la faccio la fisioterapia non si puo' mai sapere.......anzi non so se si puo', se vuole le scrivo il referto della RM alla cervicale cosi mi da un parere anche lei? Cmq oggi primo giorno scalato xanax da 0,25 al mattino e 0,50 RP. Ore 12 a solo 0,50 al mattino mi sembra di sentirmi un po' meno imbambolato e piu' io.........possibile che una volta passata l'ansia lo xanax provochi quella stanchezza stordimento e quindi pseudovertigini che ho accusato? Cioe' prima era l'ansia poi tenuta abada dallo xanax e passato tempo passata l'ansia lo xanax m'ha portato questa sensazione? Grazie in anticipo dott. Ferraloro

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì, può copiarmi l'esito della RM cervicale.
Se è da molto tempo che assume lo xanax, i sintomi riferiti possono essere causati dalla ridotta risposta terapeutica che può succedere con gli ansiolitici se assunti per lungo periodo (assuefazione).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Ah io pensavo invece che una volta tolta l'ansia lo xanax provocasse appunto stordimento ecc...come dare ansiolitico ad una persona sana.....cmq io in tutto questo mi ero fatto la mia idea: piccola ernia alla cervicale che portasse di tanto in tanto quest'attimo di pseudovertigine, no mal di testa no formicolii ecc che poi essendo un tipo ansioso ed ipocondriaco la cosa si amplificava a dismisura. Le compiero' il referto della RM. Saluti

[#5] dopo  
Utente
ecco la RM:
RM dell'encefalo in sintesi dice tutto normale.
RM del rachide cervicale:
Perdita della fisiologica lordosi cervicale.
Note diffuse di spondilosi.
Iposegnale disidratativo e piccola ernia a sede mediana a livello di c3-c4 che impronta la banda subaracnoidea anteriore.
Iposegnale disidratativo ed ernia a sede mediana/paramediana destra a livello di c4-c5che impronta la banda subaracnoidea anteriore.
Il disco itersomatico c5-c6 appare ridotto di spessore e di segnale e mostra una protrusione diffusa del suo contorno posteriore con piccola focalità a sede centrale che impronta la banda subaracnoidea anteriore e le corrispondenti radici nervose.
il disco intersomatico c6-c7 appare lievemente ridotto di spessore e mostra una protrusione diffusa del suo contorno posteriore con focalità a sede mediana e paramrdiana destra che impronta la banda subaracnoidea anteriore e le corrispondenti radici nervose.
Non apprezzabili ernie o protrusioni discali ai restanti livelli.
Non visibilità di aree di alterata intensità di segnale ed a livello del midollo.
Canale vertebrale di ampizza regolare.
Ecco professore mio referto. Un Fisiatra mi disse che secondo lui non dipendeva da questo perché poca cosa, poi io mai avuto i soliti sintomi di ma di testa formicolii alle mani dolore al collo ecc ecc tipico di una cervicale.....un neurologo idem e mi disse che secondo lui era ansia in soggetto ipocondriaco (gli portai due cartelline piene di analisi e visite mediche fatte nel passato il tutto a soli 43 anni) non contento andato da un neurochirurgo che opera a pozzuoli (primario) a lui però portai il dischetto per fargli vedere la RM e non leggere il responso e pure disse che era poca cosa ed'era concorde con il collega neurologo........ora lei è l'ultima spiaggia secondo lei questo senso di sbandamento, camminare sbandato insomma pseudovertigini dipendono dalla cervicale o dall'ansia?? grazie in anticipo

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
<<secondo lei questo senso di sbandamento, camminare sbandato insomma pseudovertigini dipendono dalla cervicale o dall'ansia??>> se potessi rispondere in maniera certa a questa domanda sarei un mago.........

Leggendo il referto, senza visionare le immagini, ho l'impressione che almeno una possibilità che le vertigini possano dipendere da queste alterazioni ci sia ma forse è solo un'impressione a distanza in quanto i vari specialisti che hanno visionato le immagini l'hanno escluso.
Potrebbe sentire un secondo parere fisiatrico, qualora negativo anche questo, si può orientare definitivamente sul lato psichico del problema iniziando una terapia che non comprenda soltanto l'ansiolitico.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Grazie per il consiglio. Saluti

[#8] dopo  
Utente
Lunedi mi vedro' con il mio neurologo, infatti come pure diceva lei solo con ansiolitici le pseudovertigini non vanno via........infatti......ora pero' ho paura che mi scrivera' antidepressivi e la cosa mi terrorizza, ne usciro' si esce dagli antidepressivi? Ho paura.......saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, dagli antidepressivi si esce e molto meglio che dagli ansiolitici che spesso causano dipendenza e assuefazione mentre per gli antidepressivi questi fenomeni non esistono. Purtroppo c'è un pregiudizio duro a morire, cioè l'ansiolitico viene considerato più "tollerato" dell'antidepressivo, in pratica le cose stanno in maniera diversa, oserei dire diametralmente opposta.
Addirittura uno studio americano riferito ad un antidepressivo del gruppo degli SSRI (i più utilizzati negli ultimi anni) ha scoperto che questa molecola causa la produzione di nuovi neuroni corticali, quindi con effetti positivi a lungo termine.
Le ricordo però che lo studio ha riguardato solo un antidepressivo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Grazie dottore, ho bisogno di incoraggiamento, grazie. Poi ora si e' messo anche il colon irritabile a deprimermi, l' ho avuto prima volta a 36 anni non capivo il perche', poi leggendo dell' ansia ho capito che quest'ultima pure potrebbe essere la causa......grazie

[#11] dopo  
Utente
Mi ha riprescritto solo efexor 37,5 RP una cp dopo colazione perchè a suo dire è il medicinale che più si avvicina alla mia patologia, l'ho preso stamattina dopo la colazione e da stamattina sempre pseudovertigine e dopo 3 ore stomaco in gola, nel pomeriggio mi assale anche l'ansia.....devo aspettare per verificare l'efficacia? mi ha detto di chiamarlo poi mercoledì per fargli sapere che se non tollero lo cambia anche se mal volentieri.....non so se resistere per vedere se mi fa bene o chiamarlo domani e dirgli che mi sento male ma forse troppo presto? che devo fare? mi aiuti....

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
All'inizio della terapia e per un paio di settimane circa ci può essere un'accentuazione dell'ansia e la comparsa di alcuni sintomi che generalmente regrediscono spontaneamente.
A volte può essere utile in questo periodo associare un ansiolitico per contrastare questa sintomatologia.
Altre volte invece il farmaco non è tollerato e deve essere sostituito.
Ne parli con lo specialista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, secondo lei quanto tempo mi conviene aspettare o sostituire il farmaco? Cioe fin dove devo arrivare per capire la differenza tra tolleranza o normale decorso? Grazie anticipato.....

[#14] dopo  
Utente
Mi scusi sono un po agitato stasera non ho mangiato causa nausea........volevo capire come faccio a capire se e' intolleranza o normale inizio terapia? Grazie anticipato......

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Generalmente dei sintomi fastidiosi ma non invalidanti possono essere considerati effetti collaterali di inizio terapia, mente se i sintomi sono importanti e compromettono una "normale" qualità della vita, compatibilmente con la sintomatologia dello stato ansioso, si può parlare di intolleranza.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Allora ecco cosa mi e' successo: Prendo efexor 37,5 dopo colazione, dopo 3 ore ho stomaco in gola a pranzo riesco a malapena a buttar giu 3 cucchiai di pasta, la sera niente a stento un bicchiere di latte vado a letto con tremolio e verso mezzanotte mi sveglio con forte tremolio ansia mi alzo ed in extremis prendo uno xanax 0,25 effetto immediato che mi calma ma non chiudo occhio tutta la notte, ora sono uno sraccio. Dico io posso anche aspettare un'altro giorno per vedere effetto ma e' questa la strada o conviene cambiare medicinale? Tremolio e l'ansia mi vengono evidentemente perche' in attesa che l'sfsxor entri in azione dovrei accompagnarlo con ansiolitico? Sono disperato......

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nella replica #12 scrivevo <<A volte può essere utile in questo periodo associare un ansiolitico per contrastare questa sintomatologia.>> mi pare che sia opportuno assumerlo per un periodo di circa 20 giorni a dosaggio adeguato che deciderà lo specialista.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Bene ora prendo xanax 0,25 mattina ed ore 17, mentre laroxyl gocce 3 dopo pra nzo e 5 prima dormire.....le sembra equilibrata? La nausea da efexor passata, ho solo morale basso e un po di paura lieve addosso, forse per la delusione che ormai sono 3 mesi che sto in cura e non vedo ancora la fine.....e continuo a cambiare terapia, speriamo questa funzioni, lei cosa ne pensa?

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La terapia prescritta mi sembra adeguata al problema riferito, la segua tranquillamente ed abbia un po' di pazienza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Bene...speriamo...la mattina faccio fatica ad alzarmi forse iduece anche sonnolenza questo laroxyl? spero sia soltanto l'effetto collaterale iniziale che poi passi. Saluti

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il laroxyl potrebbe causare un po' di sonnolenza, soprattutto nel primo periodo di assunzione ma in molti soggetti tale sintomo persiste più a lungo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
Grazie per la sua prontezza e precisione nel rispondere....aspetterò!!

[#23] dopo  
Utente
Ritiene che 8 gocce sono poche ? Leggo in giro chi ne prende 20 o dipiu....

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il dosaggio del laroxyl varia in funzione del problema per cui si è prescritto e della sua entità ed è estremamente variabile anche in rapporto ad altri farmaci contemporaneamente assunti, per cui il Suo può essere un dosaggio congruo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
Grazie mi ha rassicurato, anche se mi fido del mio neurologo ma in internet leggevo aPpunto di gente che prendono il triplo del mio dosaggio e quindi mi stavo preoccupando........maledetta ansia ed ipocondria!!!! Grazie miLle!!

[#26] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, possibile che con questa cura l'umore si e' aggiustato ma queste maledette vertigini niente? Ci penso tutto il giorno e non mi lasciano lavorare.....possibile che e' lennesima cura sbagliata?lo so che prima o poi mi riporteranno l'umore giu', mi sta passando per la testa di sentire un ulteriore fisiatra per quelle erniette uscite dalla RM alla cervicale che tutti dicono che non dipende da loro ma intanto ormai sono 4 mesi che tendo con psicofarmaci. L'ultimo fisiatra contattato incredibile non ha nemmeno guardato il dischetto e con le dita poste dietro al collo mi ha tastato ed ha detto che non avevo nulla ed ha attaccato con l'omeopatia ed agopuntura......pagato 70 euro per due medicinali omeopatici ed ho degli aghi nel lobo delle orecchie sotto i cerotti da ormai 7gg......ma nulla. Sono disperato non so piu' cosa pensare e fare.

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Assume anche l'efexor da 37.5, da quanto tempo? Il dosaggio mi pare però basso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente
No l'efexor no solo xanax 0,25 mattina ed ore 1700 e laxonyl gocce 3 dopo pranzo e 5 prima di dormire, ripeto umore abbastanza buono ma ste maledette pseudovertigini non mollano soprattutto appena sveglio e per quasi tutta giornata, poi la sera quando chiudo azienda e vado a casa il tutto si allevia......

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Pensavo assumesse l'efexor, a questo punto diventa basso il dosaggio del laroxyl, ne deve parlare con lo specialista che La segue per avere delle indicazioni più precise.
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente
Giusto per aggiornare tutti i medici così gentili con me e chi ci legge: finalmente passate psicovertigini ed umore ottimo. Come ho fatto non lo so so dire semplicemente che prendevo xanax0,25 appena sveglio laroxil 5 gocce dopo pranzo xanax 0,25 ore 17:00 e laroxil 7 gocce prima di dormire, questo con dosi ed orari diversi ma più o meno per 4 mesi. Poi contemporaneamente da psicologa che mi faceva parlare moltoper circa 7/8 volte a mese e nell'ultimo mese quando umore ormai buono ma psicovertigini ancora persistenti ho fatto una cura di antinfiammatori (Seractil) per 7 giorni una pillola dopo mangiato e 7 giorni una pillola dopo mangiato un giorno si uno no per poi iniziare fisioterapia, perchè come detto da una RM piccola ernietta ma secondo neurologo non causa delle psicovertigini. Oggi fa giusto un mese che mi sento bene e ripeto non so se stato psicofarmaci con psicologa o fisioterapista che asseriva che concentravo tutta l'ansia dietro al collo....insomma non lo so ma il risultato c'è.....ora scalato tutto e prendo solo un pò di xanax a rilascio prolungato di prima mattina e fra un mese se continua così mio neurologo dice di valutare di toglierlo. Tutto qua volevo solo condividere la mia felicità e spero che la cosa non mi torni ed auguro a tutti di pronta guarigione, un consiglio non arredetevi non mollate mai e non fermatevi mai al primo fallimento bisogna solo trovare strada giusta.....ciao

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La ringrazio per la Sua bella testimonianza e per l'esortazione ad altri pazienti di non molare e di avere fiducia.
La Sua si associa a quella di altri utenti che su questo sito hanno voluto fare conoscere l'esito positivo del loro problema.
Le auguro sinceramente di non avere altri disturbi e di trascorrere una serena estate.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro