Fitte alla testa con stato ansioso

Sono una persona molto ansiosa ho appena ricevuto il risultato della mia risonanza con mezzo di contrasto. Vorrei sapere se è qualcosa di grave quel che leggo sono tre anni che inseguo questo dolore fisso al lato sinistro dietro la testa fitte improvvise. Ho fatto un sacco di accertamenti e niente di che mi hanno bombardato di medicinali e ansiolitici poi ho insistito con una risonzanza con contrasto e questo è il referto.
Grazie anticipatamente.
Sfistema liquorale ventricolo-cisternale non dilatato ne deformato.
Regolare morfologia e segnale delle strutture encefaliche; assenti aree di patologico potenziamento del segnale del tessuto encefalico dopo mdc ev ad eccezione del riscontro di areola di impregnazione di tipo vascolare di 7 mm a sede corticale in regione frontale sinistra, compatibile con piccola Mav, per cui si consiglia valutazione clinico-specialistica e monitoraggio temporale. Posizione bassa delle tonsille cerebellari attraverso il grande forame occipitale.
Le sequenze angiografiche confermano la presenza dell’anomalia vascolare frontale sinistra inoltre nelle immagini esguite per lo studio del flusso arterioso mostrano inoltre ridotta apprezzabilità del tratto A1 di destra con circolo anteriore servito prevalentementre dalla carotide interna sinistra; regolare decorso e calibro dei restanti principali vasi arteriosi del c circolo intracranico; lo studio del circolo venoso ha mostrato normale rappresentazione del segnale di flusso dei principali vasi intracranici venosi del circolo superficiale e profondo.
Vi prego rispondete
Grazie
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6k 334 241
Dal referto della Sua Risonanza emergono due reperti che necessitano di un approfondimento da parte dello Specialista Neurochirurgo. Il primo è costituito dalla malformazione artero-venosa, che per le sue dimensioni modeste non richiede un immediato trattamento ma deve essere ulteriormente valutata, ad esempio con un esame EEG e da punto di vista clinico con un attento esame dello stato neurologico. Il secondo è rappresentato dalla posizione delle tonsille cerebellari che può configurare un quadro di Chiari I e che potrebbe essere responsabile degli episodi di cefalea che Lei descrive come "improvvise fitte dietro la testa".
Cordialità

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio, ma volevo sapere se c'è una cura o se è qualcosa di più grave.
grazie di nuovo.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6k 334 241
Il mio consiglio è che Lei si affidi ad un Neurochirurgo che attentamente valuti la situazione, ponendo a confronto il reperto della Risonanza con i suoi dati anamnestici ed il suo quadro clinico.
Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Gentilissimo

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test