Utente 483XXX
Gentili Dottori,
Venerdì 16 sono andata dal medico perché avevo delle fitte molto forti alla testa, da obbligarmi all'immobilità e febbre.
Nel letto stavo bene, ma come mi muovevo avevo delle scosse elettriche.
Sono andata dal medico che m'ha prescritto antinfiammatori per 3gg e antidolorifici, dicendomi se il dolore non sarebbe passato l'indomani d'andare al Pronto Soccorso (sono in Francia).
Al PS mi hanno guardato, non hanno fatto alcun esame, e hanno archiviato il tutto come una sinusite malgrado dalla visita non mostravo alcun sintomo di sinusite e mi hanno dato l'antibiotico. Il primo medico si era espresso contro l'uso dell'antibiotico perché non ne vedeva la necessità e perché considerava che avrebbe potuto mascherare una meningite.
Sono tornata dal primo medico che ha confermato che non c'era bisogno di antibiotici ma che è solo una brutta sindrome influenzale.
Dopo 12 gg, ho ancora qualche fastidio alla testa, non ho dolore ma qualche piccola fitta alla testa e vicino un'orecchio e una sensibilità diversa al livello del cuoio capelluto. Per informazione 4 anni fa ho avuto l'herpes zoster al trigemio, ma dall'altro lato del viso.
Non ho capito cosa è successo, ma mi pare di migliorare progressivamente.
Grazie del vostro consulto.
Cordialemente,
M.L:

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile M.L.,
la sua descrizione non consente di ipotizzare alcun reliquato della precedente nevralgia trigeminale da Lei citata. E' molto più verosimile che si tratti di null'altro che di cefalea sintomatica in corso di sindrome influenzale.
Nel caso il disturbo dovesse persistere ad avvenuta guarigione, potrebbe essere opportuno consultare un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it