Utente
Buongiorno dottori, sono la mamma di una bimba di 4 anni.

Da circa tre mesi la bimba lamenta fitte di mezzo secondo in fronte sulle orecchie o nella parte alta della testa (sempre altezza orecchie)
Le "fitte" non la distolgono da quello che sta facendo, tant'è che me lo riferisce ma continua a giocare o correre o guardare la TV.

Abbiamo fatto due cicli di antibiotici (amoxicillina e acido clavulanico) più rinowash con soluzione ipertonica.

Durante l'antibiotico le fitte sono diminuite notevolmente fino quasi a scomparire.

Finito il trattamento, dopo qualche giorno sono ricominciate.
Non tante come prima (me lo diceva anche 5/6 volte in un'ora) ora siamo a 4/5 al giorno.

La pediatra ha prescritto quindi rinowash con soluzione ipertonica cortisone e fluimucil antibiotico (iniziamo oggi).

Circa due settimane fa la bimba diceva di non vedere bene alla TV (tanto da spegnerla) abbiamo fatto visita oculistica (vista perfetta nervo ottico retina etc tutto bene) è uscita fuori una congiuntivite allergica con un occhio più compromesso dell'altro.
Quindi gocce di antiinfiammatorio e un altro per allergia.

Dopo qualche giorno andava benissimo.

Finita la cura si è ripresentato il fastidio.
Quindi continuiamo la stessa per un mese (dopo aver sentito l'oculista).

Le "fitte" in questi giorni le ha vicino e sotto le orecchie (dice di sentire "dolore" anche alle mandibole) e poche sopra gli occhi o nella parte laterale sopra l'orecchio.

Io in questo periodo di covid etc etc sto letteralmente impazzendo dalla paura.

Penso sempre e solo ad una cosa... La più brutta che possa esistere... Vorrei avere un po' di tranquillità mentale per quanto riguarda questo.
Sono sempre stata una persona realista, ma quando si tratta di mia figlia perdo il senso di tutto.

La bimba NON ha vomito, mancamenti, stanchezza... Gioca corre fa i dispetti e i capricci come qualsiasi bimba della sua età.
Ringrazio in anticipo chi volesse rispondermi.

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, il Pediatra si è orientato su una sinusite, che è infatti una possibile causa di cefalea. La bambina però riferisce anche dolore alle orecchie e alla mandibola.
Sarebbe il caso di controllare anche la dentatura della bambina e l'eventuale malocclusione che dovesse presentare (come peraltro la maggior parte dei bambini).
Una malposizione mandibolare , indotta da una malocclusione dentaria, può provocare anche una sofferenza dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e, generando un conflitto fra il condilo mandibolare e l'orecchio, può causare o favorire anche la sintomatologia dolorosa da lei descritta, cefalea compresa.
Anche la letteratura scientifica riporta che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici, o non se ne trova la soluzione è a questo possibile conflitto che bisogna rivolgere qualche attenzione.
Per questo, oltre ad approfondire le problematiche di specifica pertinenza otorinolaringoiatrica e neurologica, riterrei opportuno rivolgersi anche ad un dentista-gnatologo che abbia una vera competenza ed esperienza nei problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), e soprattutto, visto il suo caso, nei rapporti fra ATM ed orecchio.
Può trovare altre notizie sull’argomento leggendo gli articoli che si aprono con i link qui sotto: se si riconosce nelle problematiche trattate, eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-la-cefalea-che-viene-dalla-bocca.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-naso-volte-causa-sta-bocca.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore della sua risposta. Sarà mia premura rivolgermi anche ad un dentista gnatologo, in effetti alcune notti la sentiamo drighignare i dentini ( cosa che faccio anche io da tempo immemore). Vedo che non ha neanche preso in considerazione la mia paura per qualcosa di più serio... Significa che in linea di massima posso stare un pochino più serena nell'attesa di effettuare le visite?

[#3]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ovviamente, senza nulla trascurare , la malocclusione è una ....pandemia, mentre "qualcosa di più serio" è fortunatamente anche più raro. L'importante è che il dentista sia veramente esperto in questi problemi.
Sul problema Bruxismo veda anche questo articolo, e apra il link che trova alla fine del testo (la discussione che ne segue è invece abbastanza inutile).

https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/7140-il-ruolo-dell-occlusione-nella-patogenesi-del-bruxismo.html


Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com