Utente 503XXX
Mi spiace per il titolo, ho provato a cercarne uno più sensato.
Sto chiedendo questo consulto non tanto per sospetta malattia, quanto per una condizione che, dopo anni di ricerche, per me non ha ancora spiegazione alcuna. Quasi come fosse un estratto da un film di un genere non precisato; qui vi racconto la strana e particolare condizione che il mio cervello in determinate situazioni mi fa vivere. E chiedere a chi è veramente esperto, cosa succede davvero. Per me è un argomento molto delicato. In certi momenti della mia giornata, quando non ho nessuno accanto e quando mi ritrovo seduto o steso, e fin da quando ne ho memoria, ho il vizio compulsivo di sfregare le mie mani e in particolare le dita, tra di loro. "Unendo" le mie mani. Tramite movimenti lenti e di difficile spiegazione, tale gesto mi fa provare un intenso piacere, e "piacere" è il solo termine che io ho trovato, negli anni, per spiegare questa cosa. Sulle mie dita, inizio a provare questa ondata di piacere intenso che non posso paragonare a nient altro. Un piacere che dalle dita parte e, lentamente, mi scorre lungo le braccia, fino al petto. Più porto avanti tale sfregamento, più si manifestano sul mio corpo eventi particolari. Eccessiva salivazione, con tanto di bava che cola, la mia lingua inizia a vibrare, i miei occhi si chiudono e si rigirano, l'udito ignora qualunque suono circostante. Più "sfrego", più il piacere intenso scende fino ad arrivare al petto, o ai fianchi. Tremori, pelle d'oca: quasi mi sento come se fossi inondato da una forma di piacere assurda causata da una potente droga. Ho avuto seri problemi nella mia vita per questa strana condizione perché non uscivo di casa, aspettavo di rimane solo da qualche parte, per non fare altro che questo. Quando ero più giovane, la cosa era fuori controllo...ma la particolarità, è che più vado avanti, più è come se le mie dita si "caricassero" e più mi viene veramente complicato staccarle tra di loro. Fino al punto che, se le distanzio tra di loro di pochi centimentri, sento quella che io ho definito "energia" scorrermi tra le mani senza nemmeno farle toccare. Il mio sogno nella mia vita è di trovare una spiegazione a tutto questo. Il mio sogno è comprendere quello che provo facendo si che qualcuno analizzi in live il mio cervello mentre lo faccio. Ma non finisce qui. L'assurdo deve ancora arrivare. Purtroppo, sempre da quando ne ho memoria, pratico masturbazione alternativa(purtroppo perché da un anno ho scoperto quanto faccia male) steso, a pancia in giù, mi causo dei micro orgasmi. Per motivi che io disconosco, la masturbazione alternativa fa si che tale "energia" nelle mie mani, al momento della fine di tale gesto, si intensifichi a dismisura. I miei genitori, entrambi medici, non sanno nulla di tutto ciò, come non lo sa davvero nessuno. Mai detto a nessuno. Me ne vergogno, specie per l'ultima parte. Spero che qualcuno possa darmi delucidazioni, spero esista una spiegazione...altrimenti spero, che la si possa trovare...

[#1] dopo  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
8% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
SORI (GE)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Salve, non mi pare che i disturbi che riferisce siano attribuibili a una problematica neurologica. Credo potrebbe invece essere utile parlarne con uno psichiatra, per approfondire il contesto di questi comportamenti che richiamano una compulsività che potrebbe meritare approfondimento. Se prova imbarazzo a parlarne con i genitori medici, potrebbe parlarne con il medico di medicina generale e, su suo consiglio, provare a fare una visita psichiatrica.
Cordialmente
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net