Utente 349XXX
Salve scrivo a questa pagina per togliermi un dubbio, ho 23 anni e sono in perfetta salute. Ho solo un dubbio ho 2 miei cugini lontani, di secondo grado, ossia cugini di mia madre che soffrono di epilessia. Premetto che i 2 non hanno alcuna parentela comune. Uno di questi ne ha sofferto da piccolo e ora sta bene, l altro sembra che ne soffra per un problema di ossigenazione alla nascita, ma non ne sono sicuri. Ora quello che mi chiedo è se io posso rischiare d essere geneticamente predisposto a questa patologia.

Grazie Dell aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

eccetto alcune forme che possono rappresentare un fattore di rischio, le epilessie non sono ereditarie, nè tantomeno Lei ha un fattore di rischio anche considerata la lontana parentela che descrive.
Può stare tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 349XXX

La ringrazio per la risposta.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 349XXX

Salve, mi scusi per l ultima volta. Ma rileggendo il messaggio ho dimenticato di dirle che ho una terza cugina però di terzo grado che ne ha sofferto da piccola, ma che ora ormai adulta ha risolto. L ho omesso perché lo ritenevo un dato irrilevante, ma voglio togliermi ogni dubbio anche se per logica non dovrebbero esserci problemi. Mi scusi ancora del fastidio, ma con questo ho terminato.

Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non cambia nulla, vale quanto detto prima.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 349XXX

Grazie mille.
Distinti saluti