Utente 507XXX
Buonasera,
Scrivo per un dubbio. Mia sorella, 18 anni, un paio di mesi fa è svenuta avendo delle piccole convulsioni agli arti inferiori. Non ha voluto farsi visitare m, pensando fosse dovuto al ciclo mestruale o al caldo. Pochi giorni fa, dopo aver lamentato un senso di nausea e mal di stomaco, è quasi svenuta diventando completamente bianca con convulsioni al viso e occhi chiusi ( lei riferisce che però sentiva le voci di chi le stava accanto, dunque non una perdita di conoscenza vera e propria). Portata al pronto soccorso, dopo gli esami le è stato detto che ha avuto una presincope dovuta presumibilmente a ipotensione ortostatica, ed ha avuto un forte abbassamento di tensione anche al momento di rialzarsi dal lettino del pronto soccorso.
La visita dal neurologo ha riportato come conclusione di un elettroencefalogramma alcune onde lente , theta, tendenti a diffondere controlateralmente qualche raro complesso punta-onda lenta. Il neurologo ci ha tranquillizzate dicendl che tali onde potrebbero essere dovute a molteplici cause. Il problema è che in questi giorni mia sorella non si è ripresa, continua piuttosto a lamentare vertigini e senso di nausea e svenimento, tanto da doversi sdraiare almeno una volta al giorno a causa di questi motivi.
Tutto ciò potrebbe essere sintomo di una patologia sottovalutata? Potrebbe fare altri test? Intanto farà una visita anche dal cardiologo, come suggerito al pronto soccorso, per via del caso di svenimento, e in solo in via preventiva.
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
se quanto ha appena riferito si è verificato solo adesso e mai in precedenza, io ritengo che si debba innanzitutto escludere che sia un'epilessia secondaria, pertanto congiuntamente all'elettroencefalogramma è fortemente consigliabile eseguire anche una Risonanza magnetica dell'encefalo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it