Utente 297XXX
Buonasera a tutto lo staff di medicitalia. Volevo porre all'attenzione degli esimi medici una situazione avuta da mio padre giorno 10 gennaio. Verso le ore 5,30 del mattino mentre si recava in bagno cadeva per terra. Lo abbiamo soccorso istantaneamente, io con mia madre. Riusciva a stare a malapena in piedi pur essendo sempre cosciente e versando in uno stato confusionario, letargico molto debole e disorientato . Con l aiuto di mia madre lo abbiamo sollevato e portato di peso a letto ove ha ripreso il sonno. Alle ore 7, sempre del mattino, mio padre alzatosi nuovamente cade per la seconda volta. Io, essendo uscito per andare a lavorare, vengo avvertito da mia madre. Al ritorno a casa trovo il medico curante con autombulanza al seguito. Mio padre nel letto non rispondeva alle nostre domande e a quelli dei medici lì presenti, si trovava in stato di leggera agitazione molto stordito ma allo stesso tempo letargico e comunque cosciente. Con l autombulanza è stato portato al pronto soccorso dove la tac cerebrale ha evidenziato quanto segue: "Aureola di netta densità parenchimale in sede nucleo basilare destra, in esiti vascolari ischemici. Non sono evidenti alterazioni TDM riconducibili alla presenza di raccolte ematiche intra extraassiali. Non evidenti alterazioni morfo-strutturali di tipo traumatico acuto. Segni ci cerebropatia vascolare cronica. Patologia ateromasica di tipo calcifico a carico dei sifoni carotid e delle arterie vertebrali. Struttura della linea mediana in asse. La diagnosi del medico del pronto soccorso invece recita: "Trauma frontale senza perdita di coscienza (TIA?), assunzione di farmaci ipnoinduttori. Altra ischemia cerebrale specificata."
Da un paio di giorni mio padre era trattato con songar perché soffrendo di una forte insonnia, aveva deciso di rivolgersi al medico per trovare una soluzione a questo stato invalidante. La domanda che vi pongo, alla luce di queste informazioni riportate quindi è :mio padre ha avuto un ischemia, un TIA, o può essere che siano stati gli effetti collaterali del farmaco a provocargli quella reazione?
Ringrazio per l 'attenzione prestatami, buonasera.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

tra gli effetti collaterali del Songar sono riportati anche sincope e stato confusionale ma come effetto raro il secondo, mentre per la sincope la frequenza non è nota. Comunque tale condizione, se pure possibile, sembra improbabile.
Consiglierei un controllo TC perché inizialmente, dopo qualche ora dall'episodio acuto, l’esame può essere negativo per eventuali ischemie, dopo qualche giorno invece potrebbe positivizzarsi.
Inoltre una visita neurologica è senz’altro indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 297XXX

La ringrazio moltissimo per la risposta Dr. Ferraloro. Provvederò a prenotare una TC celermente nonché una visita presso un neurologo. Le volevo rivolgere due domande se possibile prima di salutarla: 1) come considera lei il referto della Tac effettuata al Pronto soccorso.
2) Nell'attesa di TC e visita neurologica, mio padre, potrà usare l'automobile o meglio evitare?
Grazie per la sua disponibilità. Le auguro un buon lavoro e una buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Alla TC si evidenzia una pregressa ischemia cerebrale, probabilmente passata inosservata. Non sono rari questi casi.
Inoltre è stata riscontrata una riduzione dell'ossigenazione cerebrale, condizione spesso età-correlata (quanti anni ha Suo padre?).

2. Non conoscendo l'attuale condizione non posso dare una risposta attendibile, è meglio porre la domanda al medico curante.

E' importante tenere sotto controllo pressione arteriosa, glicemia e colesterolo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 297XXX

Buongiorno Dr Ferraloro e grazie per le risposte fornitemi. Mio padre ha 74 anni.
Avendo una pregressa ischemia cerebrale, e dopo l'episodio del 10 gennaio, a questo punto mi sembra strano che nessun medico del pronto soccorso gli abbia prescritto una cura bensì solo qualche integratore e il consiglio di mangiare patate e banane( il potassio risultava fuori dal range di normalità (3)) . Comunque sto provvedendo per una TC e per una visita neurologica. Per ora la ringrazio vivamente per avermi dedicato del suo tempo e per aver offertomi la sua professionalità. Cordiali saluti Dr Ferraloro da me e da mio padre.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

ho consigliato la visita neurologica proprio per avere un parere specialistico diretto e per un'eventuale terapia vascolare.

Cordialità e un caro saluto a Suo padre
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 297XXX

Grazie moltissime Dr Ferraloro per la sua gentilezza e disponibilità. Le farò sapere l'evolversi della situazione. Buona giornata e tanti saluti.