Utente 457XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 21 anni e all’eta di 18 anni ho fatto uso molto sporadico di canne (fumo e erba), in seguito, dopo aualche mese, ho riscontrato problematiche dal punto di vista delle erezioni... la mia domanda è: posso aver riportato danni al cervello che coinvolgono anche la disfunzione erettile? Sono danni reversibili??
Ps: non fumo ormai da due anni e ho assunto sporadicamente Viagra per aiutarmi, il viagra cura problemi vascolari dell’erezione o anche neuronali?

Premetto che sono andato da un andrologo e mi ha consigliato uso di cialis per 3 mesi, cosa che non ho ancora fatto perché non so se sia una terapia temporanea o definita... aiutemi vi prego!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'uso prolungato di marijuana può causare danni diretti sia al cervello che alla funzione erettiva, probabilmente con meccanismi diversi.
I danni cerebrali possono consistere in riduzione dei neuroni della corteccia cerebrale frontale e problematiche circolatorie, prevalentemente a livello del microcircolo.
A livello del pene inoltre esistono dei recettori sensibili al THC che è la molecola più importante della marijuana la cui stimolazione può causare disturbi dell'erezione.
Il Viagra agisce principalmente a livello dei vasi dei corpi cavernosi provocando vasodilatazione e quindi un apporto maggiore di sangue al pene, favorendo quindi l'erezione.
Per la cura in tal senso deve rivolgersi al Suo andrologo di fiducia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro