Utente 449XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni, oggi 17/12/2018 appena alzato (alle ore 7:15) ho iniziato ad avvertire sudorazione (la temperatura in quel momento in casa era di circa 19/20°C) poi circa 10 minuti dopo, dopo aver preso una tazzina di caffè, ho iniziato ad avvertire una specie di formicolio sul palmo della mano SX. Inizialmente non ci ho fatto molto caso, però dopo essere uscito di casa (ore 09:00) ho avvertito di nuovo il fastidio. Questo, andava e veniva, con intensità sempre pari o quasi fino ad ora di pranzo. Dopo è cessato, per poi riprendere con frequenza sporadica verso le ore 16:00 e continuando così fino alle ore 21:00 in cui la frequenza è diventata persistente, fino ad ora (ore 23:40).
Il “fastidio” che avverto non saprei definirlo con precisione ma più o meno è simile a un formicolio oppure come se tanti piccoli spilli pungessero.

Non so proprio che pensare, potreste aiutarmi a capire, almeno in grandi linee, se è qualcosa che è meglio approfondire o se magari è qualcosa innoqua?

Vi fornisco delle informazioni che per me non sono rilevanti ma che magari possono essere d’aiuto.
Come già detto sono un ragazzo di 20 anni, frequento l’universita e vado in palestra. Oggi ho passato tutto il giorno in università (dalle ore 09.00 alle ore 19:00), l’ultimo giorno che sono andato in palestra è stato 4 giorni fa, il 13/12/2018.
Stamattina ho bevuto il caffè, non l’ho mai bevuto di mattina, ieri è stata la prima volta, ed oggi la seconda.
Note mediche recenti sono che da un 5/6 giorni avevo notato due “palline” sulla parte laterale destra del collo, per questo venerdì 14/12/2018 su consulto telefonico del medico curante ho iniziato a prendere 2 bustine al giorno di antinfiammatorio, precisamente prendo l’oki, 1 dopo il pranzo e 1 dopo la cena. Li dovevo prendere per 4 giorni, quindi oggi doveva essere l’ultimo ma non l’ho assunto, quindi l’ultima volta di cui ne ho fatto uso è stato domenica (ieri) sera verso le 23:45. Ad ora le “palline” si sono sgonfiate.
Note mediche importanti: ablazione transcatetere per una tachicardia sopraventricolare da rientro nodale, effettuata nel 09/10/2015.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
avvertire una parestesia (o formicolio) in una parte precisa del corpo, come nel caso suo nel palmo della mano, se dopo un certo tempo regredisce, non deve creare particolare apprensione. Può essere ascritto ad un fenomeno vasomotorio. Ma se il disturbo tende a ripresentarsi e sempre nella medesima regione, allora può essere opportuno indagarne la natura, per la qual cosa le suggerirei in prima istanza di consultare il suo medico curante, che potrebbe individuare la necessità di un consulto specialistico.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it