Utente
Salve a tutti Sono un uomo di 38 anni. Da circa un anno e mezzo soffro di affaticamento oculare all'occhio destro, fotofobia e palpebra calata quando mi sforzo. Posso usare solo quello destro, visto che il sinistro è privo di cristallino e che uso solo marginalmente perché non pigro. Non ho vista bioculare ma utilizzo 1 occhio per volta per guardare. Ho consultato vari medici e circa sette oculisti diversi che non hanno riscontrato problematiche dal punto di vista oculistico. Ho fatto accertamenti completi: o CT campo visivo, visita ortottica completa, pressione e fondo a ogni controllo. Ho studiato tante soluzioni di gradazione della Lente che non hanno risolto mai il problema. Questo affaticamento mi comporta lunghe pause dal lavoro e il dover rinunciare quasi completamente alla tv e del tutto ai libri per non affaticarmi troppo.
Ho fatto anche una risonanza cranio orbitale senza contrasto (3 sett. fa) che non ha mostrato nulla di significativo e due visite da neurologi diversi. L'ultimo aveva molti dubbi ma mi ha prescritto una cura a base di laroxyl in 5 gocce che mi stordivano completamente (ipotesi: infiammazione trigemino). Interrotta la cura ha detto che non sa in che modo aiutarmi. Alla mia richiesta di un'alternativa mi ha detto che ci sono antinfiammatori più specifici ma che non vuole prescrivere, mi ha consigliato di prendere quelli comuni che però ho già sperimentato senza alcun successo.

Entrambi i neurologi mi hanno fatto due visite approfondite e non hanno riscontrato sintomi di patologie più gravi.

Da circa 2 mesi ho anche notato però che i nervi che passano tra sopracciglio e naso e zigomo e naso sono la fonte del mio indolenzimento e fatica a lavorare al PC. Sembrano come leggermente gonfi al tatto rispetto a quelli dell'altro occhio.

Onestamente io non so più cosa fare e questo problema mi sta distruggendo lavorativamente oltre a tutto quello che ne consegue il non poter usare la vista.
Non ho alcun tipo di disturbo visivo ma più affatico l'occhio, più tende a chiudersi la luce diventa più fastidiosa soprattutto la sera e ogni tanto mi viene anche un po' di mal di testa soprattutto se sono stanco.
Se mi metto a riposo indolenzimento e i fastidi diminuiscono ma di base quel punto tra sopracciglio e occhio e naso resta infastidito o irritato e all'aumento dell'affaticamento l'indolenzimento scende anche sotto tra naso e zigomo.

Sapreste consigliarmi cosa fare? Grazie

[#1]  
Dr. Alberto Lerario

20% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Per caso ha mai eseguito un'elettromiografia con stimolazione ripetitiva?
Dr. alberto lerario

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore, non l'ho mai fatta, ma ce n'è una specifica per l'occhio? So di che esame si tratta perché ne ho fatta una per la cervicale anni fa, ma era una semplice elettromiografia (senza stimolazione credo).

Grazie della risposta

[#3]  
Dr. Alberto Lerario

20% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
Non è specifica per l’occhio, decide l’operatore poi come eseguire l’esame
Dr. alberto lerario

[#4] dopo  
Utente
Quindi non serve specificare che la zona interessata sono i muscoli e nervi orbitali?
Grazie

[#5]  
Dr. Alberto Lerario

20% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
No, anche se bisogna comunque in breve specificare il motivo dell'esecuzione dell'esame
Dr. alberto lerario

[#6] dopo  
Utente
Grazie! provo a cercare una clinica che lo faccia su Roma