Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 21 anni, studio all’università, soffro di emicrania (che a quanto pare è familiare, giacché mia madre soffre di cefalea da quando aveva circa la mia età ed è in cura).
Premetto di avere doppio uretere bilaterale e di soffrire di alcuni episodi di aritmia, a luglio ho messo l’holter riscontrando extrasistoli frequenti, a detta della cardiologa fisiologici per la mia età.


Arrivo al dunque: urino spesso e poco e quest’esigenza è sempre stata attribuita al doppio uretere.
Ieri (che avevo già il mal di testa latente), dopo aver pranzato, ho bevuto abbastanza e ho urinato più volte a distanza di pochi minuti, il che per me è purtroppo normale, tendo a star in bagno anche 30 minuti proprio per evitare di alzarmi in continuazione.
Fatto sta che dopo essermi alzata ho avvertito la testa pesante e la stanza girare, un forte senso di vertigini, tanto da non riuscire ad arrivare a sedermi sul letto e cadere a terra ai piedi del letto stesso.
Tendevo a iperventilare e dopo ho sentito il cuore battere all’impazzata.
Sono rimasta perfettamente cosciente, mi sono alzata e mi sono completamente ripresa nel giro di un’oretta.
Non mi sono preoccupata molto tanto da dirlo ai miei soltanto la sera, ma ora leggendo su internet inizio a sentire un po’ di agitazione.

Di cosa potrebbe trattarsi?

Aggiungo anche di essere sotto esame e di essere in un periodo di stress non indifferente, la pandemia ha avuto un grande impatto emotivo su di me e sono considerata dagli altri un soggetto ansioso, anche se questo è solo il parere di chi ho intorno perché l’ansia non mi é stata mai diagnosticata.

Aggiungo per essere il più precisa possibile: un anno fa ho fatto analisi del sangue per un periodo di stanchezza ed è risultato tutto nella norma, per quanto riguarda l’holter di cui ho parlato ha riscontrato una frequenza minima di 40/45 la notte, controllo spesso la frequenza che si attesta sui 60-70 battiti. Ieri ho misurato la pressione da seduta: 120-70. Per aiutarmi con lo studio a volte prendo anesten e acutilfosforo.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

l'ipotesi di una presincope, considerata l’integrità dello stato di coscienza, è possibile. Spesso tali situazioni possono essere originate da stress ma prima di arrivare a questa conclusione è corretto un approfondimento diagnostico mediante una visita neurologica. Poi il collega potrebbe richiedere degli esami diagnostici se lo riterrà opportuno.
Anche l'iperventilazione può avere una sua importanza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la gentile risposta. Provvederò allora a parlarne con mia madre, che è una vostra collega (non l’ho ancora fatto, entrando nello specifico dei sintomi, per non farla preoccupare).
Volevo chiederLe, è possibile che stando seduta (mi scusi se le descrivo la situazione) per un lungo periodo di tempo ed essendomi alzata in fretta, abbia ossigenato meno e che la tachicardia sia stata una risposta consequenziale per aumentare la saturazione?

Inoltre, è normale che anche oggi avverta questa sensazione di testa pesante e un leggero stordimento? Ieri sera ero molto stanca.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
È possibile teoricamente, così come un'ipotensione ortostatica, cioè un calo pressorio causato dal passaggio improvviso dalla posizione seduta a quella eretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
mi è risuccesso ieri sera in forma molto più lieve, sono riuscita a stendermi sul letto e mia madre ha misurato immediatamente la frequenza. A quanto pare ho avuto una scarica di extrasistoli, ne ha contati 120. Ho un esame universitario a breve e poi provvederò a fare elettrocardiogramma, ecocardio e una risonanza per assicurarmi che sia tutto a posto.
Grazie mille per il suo consulto!

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, scusi se la disturbo di nuovo. Mentre studiavo ho sentito l’udito ovattato, come se qualcuno mi stesse tenendo le mani sulle orecchie e premesse. Lieve giramento di testa, mi sono alzata per prendere il saturimetro e non ho avvertito nè vertigini nè disequilibrio. Battiti 250 per poi scendere in 2 minuti fino ai miei soli 59/67. Ho continuato a studiare, sono andata a far pipì e nuovamente aritmia + un forte mal di testa.
Secondo lei è il caso di fare subito gli esami con urgenza, senza aspettare? Potrei andare immediatamente al pronto soccorso.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

deve fare un ecg ed un ecocardiogramma, poi ritengo indicato un holter cardiaco. Il tutto lo farei con una certa tempestività.
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore, stiamo organizzando le visite e le farò sapere. Intanto ho preso 1/4 di Inderal, che già avevo assunto, un tempo, come prevenzione per l’emicrania. In quest’ultimo periodo ho assunto praticamente ogni giorno il maxalt e non vorrei avesse influito anche a livello cardiaco.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il maxalt potrebbe causare tachicardia, in ogni caso non faccia abuso perché può cronicizzare la cefalea.
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, mi dispiace disturbarla ancora. Ieri ho deciso di aspettare l’esame universitario di domani prima di fare gli accertamenti, ma stamattina mi son svegliata, ho misurato la febbre ed era 37.1, poi è salita a 37.3 e ora sta piano piano salendo. Pensa ci sia una correlazione tra tutto ciò?
Stanotte ho avuto anche una scarica di diarrea con seguenti giramenti di testa ed aritmia.

Grazie mille per la disponibilità.

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non penso ci sia una correlazione con la sintomatologia passata ma Le dico questo con i famosi limiti del consulto a distanza.
Ne parli col medico curante.
Dr. Antonio Ferraloro