Utente
Buongiorno a tutti, purtroppo, come si deduce dal titolo, io soffro di epilessia.

L'ultima crisi avuta risale al 2004. Poi, anche se, non se ne spiega la causa, ma il giorno 3 agosto 2020, dopo 16 anni, ho avuto una ricaduta, e sono stato ricoverato in ospedale per 10 giorni.

I medici, sostengono che questa ricaduta, sia dovuta alla sospensione volontaria della terapia, ma secondo me la causa di questa ricaduta, sia tutt'altro, ovvero il troppo stress lavorativo.

Comunque, arriviamo al dunque.
Se adesso espongo questo consulto, è per cercare di descrivere, quello che era il mio stile di vita prima delle crisi del 3 agosto. E di quello che è adesso, dopo le crisi.
Noterete da soli, che tra il prima e il dopo, c'è un cambio radicale. Ma questo cambiamento, mi preoccupa!
N. b. Tenete ben presente però, che questo cambiamento, è avvenuto, come si suol dire, dall'oggi al domani, ovvero già dal primo giorno di ricovero in ospedale.

Questo, era il mio stile di vita, prima delle crisi:
- Sonno: indipendentemente dall'orario che andavo a dormire, prima delle 03. 00 e avvolte anche le 05. 00, non riuscivo a prendere sonno.
erano rarissime le volte che prendevo sonno prima delle 03. 00! Indipendentemente da quello che assumevo, (per quello che ho potuto provare) prima delle 03. 00 non riuscivo a prendere sonno.
- Peso: pesavo circa 100Kg e il mio scopo era quello di calare.
- Alimentazione: mangiavo abbastanza. di norma, riuscivo a mangiare un secondo, un contorno e della verdura o della frutta. una pizza, normale, riuscivo a mangiarla tutta

adesso invece, basandomi sulle stesse cose, vi descrivo lo stile di vita, dopo le crisi:
- Sonno: adesso prendo sonno facilmente, riesco ad addormentarmi, tra le 0. 00 e le 01. 00, senza che assuma alcuna cosa.
- Peso: già dopo i 10 giorni di ricovero in ospedale, ho perso 10 Kg. Sono entrato che ero 100 Kg, sono uscito che ero 90 Kg. l'ultima volta che mi sono pesato, ieri, ero 87, 7 Kg. Già aver perso 10 Kg in 10 giorni, mi preoccupa. Non è la prima volta che vengo ricoverato in ospedale, ma se sono calato, sono calato di 1 o 2 Kg. Ma dopo li recuperavo.
- Alimentazione: adesso sento molto prima il senso di sazietà. Con un'insalata ed uno yogurt o della frutta, sono già sazio. facendo l'esempio con la pizza, posso dire che, la settimana scorsa, ho ordinato una pizza, baby, e sono riuscito a mangiarla tutta. Il giorno dopo, sono andato a mangiarne un'altra, ordinandone una normale, ma in quel caso, ho avanzato 3 fette.

Quindi come spiegate questi cambiamenti radicali, già dal primo giorno di ricovero?
come spiegate il fatto che prima delle crisi:
- mangiavo molto, mentre adesso mangio poco?
- non dormivo prima delle 03. 00, anche se assumevo cose per dormire, mentre adesso dormo prima, senza assumere niente?
- pesavo 100 Kg adesso peso circa 88 Kg? Specialmente, come spiegate questo calo di peso di 10 Kg in 10 giorni, durante il ricovero?

Non vi sembra alquanto strana questa cosa, di questo cambiamento immediato, partito tutto dal primo giorno di ricovero? Oppure la ritenete una cosa normale?

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno

Le chiedo qualche informazione.
Il ricovero in Ospedale immagino sia stato dovuto all'episodio critico epilettico.
A quali accertamenti è stato sottoposto?
RM Encefalo,
EEG,
Esami ematici (quali),
Che altro?

Quale terapia assume?
Quanto è rimasto ricoverato?

Cordialmente
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Esatto, il ricovero ospedaliero stato dovuto alle crisi epilettiche.
Sono rimasto ricoverato 10 giorni, dal 4 al 14.
Di accertamenti, durante il ricovero, non hanno fatto nulla di quanto cita.
L'unica cosa che stata fatta, tenere controllate le urine, tenendo la riserva giornaliera delle urine. Questo perché, da come mi stato riferito, durante le crisi, ho avuto dei problemi, a livello renale.

Poi, a livello di urine, credo di avere problemi anche lì.

Invece, come terapia, assumo Keppra 500 (1 la mattina e 1 la sera)

Se vuole sapere altro, chieda pure. Sono a sua completa disposizione.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Dieci giorni di ricovero per lo studio delle urine "...Di accertamenti, durante il ricovero, non hanno fatto nulla di quanto cita.
L'unica cosa che stata fatta, tenere controllate le urine, tenendo la riserva giornaliera delle urine...".
Cosa è risultato?

Ma neanche una Consulenza Neurologica?

Le consiglio sottoporsi ad EEG Holter 24 ore per lo studio dell'attività bio-elettrica cerebrale per cercar di comprendere se vi sia ancora irritativa/epilettogena nonostante la terapia.

E siccome è inusuale una crisi; se ho ben capito la seconda, dopo così tanti anni ritengo indicata anche una
RM Encefalo ed
il dosaggio ematico del Keppra (Levetiracetam).
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Allora, inerente il discorso delle urine, la riserva giornaliera, stata fatta, per vedere quanta urina facevo nelle 24h e sembrerebbe che la cosa rientri nella norma.
Poi, se vuole, si può anche approfondire questo argomento, visto che, come le ho detto, credo di avere problemi anche in questo campo.

Dopo il ricovero, c' stata una visita neurologica, ma con lo scopo, solo di valutare i risultati degli esami del sangue, del controllo del dosaggio, fatti giorni prima.

A livello di epilessia, deve sapere che dall'età di 18 mesi che ho questa problematica. Per entrare più nello specifico, ho "epilessia di grande male, quindi con crisi convulsive" e nel corso degli anni ne ho fatte parecchie. Le facevo ogni 3 o 4 mesi, e non 1, ma tante. Si parla dalle 5 alle 20 crisi, nell'arco della giornata, ogni volta che mi venivano.
Le crisi le ho avute, anche a scuola, durante il periodo scolastico (elementari medie e superiori)
Le ultime crisi avute, che risalgono al 2004, anche lì si parla dalle 20 alle 30 crisi, nell'arco della giornata.
Poi, deve anche sapere che 4 anni fa, io ero andato a fare i controlli del dosaggio, ma i risultati dicevano "0" (prima motivazione, del perché, a mio parere, non ritengo che sia stata sospensione volontaria della terapia)
Poi, c' anche da dire, che quando io ho cominciato la terapia, nel 2002, ho iniziato con Topamax e Keppra, (entrambe 1 la mattina e 1 la sera) ma allora pesavo 75 Kg. Poi però, nel corso degli anni, sono aumentato di peso, raggiungendo i 95 Kg, ma mantendo la stessa quantità di terapia, fino a quando nel 2013, gradualmente, mi hanno levato il Topamax, rimanendo solo col Keppra.
Quindi, se vero, che un dosaggio, va aumentato in base all'età e in base al peso, allora, non puoi dare la stessa quantità di dosaggio aduna persona che pesa 100 Kg, quando aveva iniziato che era 75 Kg, perché sostanzialmente, visto l'aumento eccessivo di peso, anche pur assumendo il dosaggio, come se non lo assumesse. (e siamo a due motivazioni, dove non ritengo che sia stata sospensione volontaria della terapia)
Poi deve sapere che l'epilessia, nel corso degli anni a generato altre 7 problematiche, una di queste "problemi di memoria". Avendo questi problemi di memoria, a volte mi dimenticavo di prenderla, ma il più delle volte, mi dimenticavo del "se" l'avevo presa. (terza motivazione della non sospensione volontaria)

Poi, dal 2004 alle ultime crisi avute il giorno 3 agosto, non ne ho più avute.
Poi, per l'esattezza, le ultime crisi avute, sono state 4:
- Una prima, a casa di una mia amica, solo con lei.
- una seconda, sempre a casa di questa mia amica, ma anche in presenza di mia mamma.
- una terza, in ambulanza, mentre ci si avviava all'ospedale
- una quarta, all'ospedale mentre ero in pronto soccorso.

Quindi, come vede, le crisi avvenute, non sono, una, 16 anni fa, e una, adesso. Sarebbe troppo bello.

Certamente vedrò di fare gli esami che mi ha consigliato. Appena ho modo di parlare parlare col mio medico di base, glieli riferirò.

Comunque, io in questo consulto, volevo sapere il come mai di questo radicale cambio di stile di vita, tra sonno alimentazione e peso, già dal primo giorno di ricovero ospedaliero?

Ad ogni modo, se ha voglia e piacere, possiamo continuare il discorso, privatamente, via mail, in questo modo, posso dirle di tutto e di più. Che ho anche delle cose da chiederle, più inerente a curiosità mie personali, ma che vorrei capire.