Utente
Salve, sono da sempre stato un ragazzo molto emotivo e negli ultimi 9 anni in seguito ad un evento psicologicamente traumatico ho cominciato ad avvertire dei sintomi molto strani. Ho avuto per anni vertigini, (mancanza del terreno sotto i piedi), stanchezza, tachicardia, emicrania etc..tutti sintomi apparentemente da stress..per questo feci molte analisi e all'età di 17-18 anni addirittura una risonanza magnetica (con contrasto) al cervello con esito negativo, causa una macchia di piccole dimensioni nel controllo del fondo dell'occhio (poi scomparsa nel controllo successivo). Con il passare del tempo poi ho imparato a convivere con la mia personalità cercando di controllarla. A Novembre mi sono laureato e tutto lo stress dei mesi precedenti mi ha fatto crollare per la stanchezza. Sono stato un mese molto nervoso (e molto stanco) e iperattivo anche se non dovevo fare nulla e ad un tratto una mattina mi sono svegliato (il giorno precedente avevo ascoltato l'esperienza di un malato di SLA) e ho cominciato ad avvertire delle sensazioni strane in tutto il corpo..la sensazione è come se avessi meno sensibilità (le spalle e le braccia sembrano essere più pesanti di prima), mi sento scricchiolare tanto le articolazioni soprattutto di spalle e braccia, addormentamenti frequenti delle mani e delle braccia soprattutto durante la notte, pesantezza del collo e tensione della cute della testa. Quando sono più nervoso sento come se nelle braccia e nelle gambe mi scendesse l'elettricità e questa sensazione però non finisce li ma permane. Nei mesi ho potuto notare che i sintomi sono rimasti uguali e non sono nè aumentati nè diminuiti anche se distribuiti in tutto il corpo...magari sono più forti quando sono più teso ecco. A volte quando sto sdraiato e fermo sento come se non potessi più muovere nulla ma invece non ho difficoltà poi a farlo.Le risposte neurologiche sulle ginocchia e sui gomiti ad esempio sono positive (martelletto) e poi quella risonanza magnetica che feci aveva escluso ogni patologia neurologica..Cosa posso fare? Ps..nei 3 mesi passati ho pure cominciato la specializzazione e quindi a faticare visto che sono un pendolare..con tutti questi sintomi anche se stanco non ho avvertito particolari problemi..mi scuso fin d'ora per il disturbo, grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il perdurare dei suoi sintomi da diversi anni e la negatività della RM con contrasto indirizzano verso una somatizzazione ansiosa. Il consiglio che posso darle è di effettuare una visita neurologica e su consiglio del neurologo iniziare una terapia farmacologica o un percorso psicoterapeutico.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta...il fatto era che avevo paura che la risposta di una risonanza magnetica fatta a 18 anni potesse essere cambiata visto che ne ho 24 e che ho una cugina con la sclerosi multipla. Non so proprio come faccio a farmi venire queste cose... Spero comunque non ci sia nulla di patologico in questa diminuzione di sensibilità. Buona giornata

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gntile utente,
se questi sintomi sono particolarmente fastidiosi e le condizionano la vita le consiglio di effettuare una visita neurologica ed eventualmente iniziare una terapia appropriata.
Cordiali aluti
Dr. Antonio Ferraloro