Fascicolazioni

Buona sera, ho 39 anni, avevo già scritto un paio di anni fa', e sono ricaduto nella paura.
in breve le benedette fascicole le ho da diversi anni sparse dappertutto.
nel febbraio 2017 fui operato di ernia l5 s1 espulsa molto deficitaria e dolorante,.
e da li sono aumentate
Con avvolte crampi.
specialmente al polpaccio sx 24 su 24.ad oggi.
poi ricerche su internet ed ecco, si sprofonda nella paura (sla sm).
faccio un emg nel 2018 dove esce
Segni di denervazioni a carico dei muscoli innervati dei metameri midollari s1 bilatalmente, conduzione motoria normale.
riconducibile alla schiena boh.
poi
2 visite neurologiche e rm encefalo nel 2019, tutte negative.
almeno.
non ho avuto nel tempo altri sintomi tipo deficit cali di forza.
ma un altra ernia si nel giugno 2020.riassorbita x fortuna.
la situazione attuale è che le fascicolazioni al polpaccio non si sono mai fermate anzi da qualche giorno le sento pure alla coscia.
e continuano anche quelle sporadiche in diversi parti del corpo, tutto questo porta uno sconforto generale e nel pensare a male.
ansia stress ipocondria, problemi di schiena che sia tutto questo a non far cessare queste maledette?
se scrivo qui in questo momento è perché non riesco a rassicuranti e a non pensare a una brutta malattia...gentili dottori è il caso di approfondire altro?
e se si su cosa?
potrei escludere quella malattia dato il tempo trascorso 2/3 anni dai sintomi?
e non avendo deficit o altro...devo convivere x sempre con queste fascicolazioni?
grazie cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

dopo 2-3 anni di fascicolazioni può escludere la sla, peraltro non ha mai avuto deficit motori.
Le discopatie possono essere una causa non rara di fascicolazioni soprattutto agli arti inferiori considerato che il problema è a livello lombosacrale.
Il resto può essere scatenato da ansia e stress.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve gentile dottore,la ringrazio per la risposta.effettivamente il lasso di tempo dovrebbe tranquillizzarmi,ma purtroppo non riesco anzi è il contrario,mi può spiegare una dicitura che nell'unica emg che feci mi fu scritta (denervazione in atto),in parole semplici cosa significa ?nervatura sofferente?
È possibile chel'ernia in questione l5 s1
Sx mi abbia compromesso in modo abbastanza serio la fascia della nervatura o muscolatura della gamba,?perché dopo l'ernia non è più la stessa,indebolita tra fascicolazioni continue senza freni e a volte crampi,appunto i crampi,succede che se piego la gamba in un certo modo,oppure quando sono a letto e mi giro di lato avverto un dolore fitto al lato del ginocchio,penso e credo su i nervi,come se si torcessero..oltre a piccoli crampi ai polpacci,,,che ci sia un effetto collaterale cronico post operazione.?ormai le penso tutte..è consigliabile fare un altra emg?attendo le sue risposte dottore...
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'ernia L5-S1 può causare la sofferenza del nervo in questione, infatti il territorio d'innervazione deriva da L5-S1 come recita il referto.
Dopo tre anni un’EMG di controllo è indicata e poi in base all’esito si vede a quale specialista si può rivolgere.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test