Utente 337XXX
Buon giorno,
mi rendo conto che quello che sto esponendo é un problema molto comune per tanti genitori ma ho bisogno di un consiglio.
Ho tre bimbi di 9-6 e 4 anni.
Il bambino di 6 anni nell'ultimo periodo mista letteralmente facendo impazzire.
Ha frequentato l'ultimo anno di asilo senza grandi problemi.
Il profilo che ha tracciato la maestra rispecchia esattamente l'essenza del suo carattere:
conosce le regole ma non sempre le rispetta anche se richiamato con insistenza e nel gioco di gruppo ha quasi sempre il ruolo di leader.
Il problema é a casa......é un bambino che cerca continuamente il contatto anche fisico con la mamma molto più degli altri; se fosse per lui "vivrebbe" in simbiosi con lei.
E' geloso dei fratelli che sono peraltro molto "autonomi" nel gioco e se giocano insieme o si fa come dice lui o sono scenate.
Non so più come fare i ceffoni non servono, é cocciuto e più mi impunto più aumentano i capricci.
Ho la sensazione che sia tanto insicuro e abbia poca autostima... forse per questo deve sempre prevalere sugli altri??????
Come posso fare????? Se tenuto impegnato da il meglio di se, é estremamente intelligente e paziente....
grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

perché pensare all'insicurezza o alla scarsa autostima?

Per quanto riguarda la Sua osservazione "Non so più come fare i ceffoni non servono, é cocciuto e più mi impunto più aumentano i capricci."

Di solito per estinguere i comportamenti indesiderati con i bambini ci sono strategie più semplici, come ad esempio premiare tutti i comportamenti desiderati in modo sistematico, subito e davanti a tutti.

Se quindi il bimbo iniziasse a giocare in maniera più "collaborativa" con i fratelli, allora sarebbe il caso di non perdere l'occasione per sottolineare con Suo figlio che è proprio bravo, ecc...

D'altra parte i ceffoni non aiutano ma devono essere l'ultimissima spiaggia dopo aver già sperimentato altre punizioni. In genere è sempre meglio partire dalla lode. Per quanto riguarda la punizione, anche la punizione deve essere data per un fatto preciso, subito e solo dopo aver spiegato al bimbo che se continuerà con quel comportamento (es trasgredire una regola data, picchiare altri bambini, urlare, ecc...) allora ci sarà certamente una punizione.

Prima di tutto questo, però, è necessario spiegare al bimbo che cosa fare e che eventualmente corre il rischio di essere punito.

Mi fa anche pensare il fatto che se il bimbo è impegnato va alla grande.
Con i bambini è importante fare in modo che non siano annoiati, altrimenti queste manifestazioni potrebbero essere legate proprio alla frustrazione che i bimbi non sanno ancora regolare.

Però colga l'occasione per giocare anche su questi aspetti, ad esempio per insegnare al bimbo a modulare le sue emozioni.

Infine, voi genitori nella relazione... Attenzione perché se le regole non vengono fatte rispettare e non si mettono dei paletti, i bambini fanno di tutto e cercano di prendersi molte libertà.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica