Utente 392XXX
Salve a tutti.
Gentile dottore sono la zia di un bambino che compirá tre anni il 15 novembre. Gode di ottima salute, peso nella norma altezza nella norma, buona qualità del sonno e giusto appetito, anche se su questo fronte rifiuta qualsiasi nuovo cibo a lui proposto, infatti mangia solo e ancora omogeneizzati e tanto latte.
Prende ancora il ciuccio ha cominciato a gattonare a sette mesi e a otto gia camminava. Ha cominciato a parlare a sette mesi, poche parole come mamma papá zia e ciao. Batteva le manine se richiesto, allegro e sorridente ti salutava e rispondeva a qualsiasi richiesta ma ormai tutte queste cose non le fa piú.
A tre anni non parla, non parla su richiesta ma quando vuole lui dicendo le sopra citate quattro parole mentre parla da solo col muro. Non esiste alcun tipo di contatto visivo da parte sua, se lo chiami per nome non ti calcola, se a due centimetri da lui cade una padella creando un forte rumore sembra sordo perche non si gira e continua a fare quello che stava facendo. Non é capace di indicare cosa vuole, non prende le cose da solo. Cammina in modo strano ovvero in punta di piedi, infatti lo chiamiamo cavaletta per he sembra che salti, é impossibile portarlo in giro senza passeggino perche é iperattivo non comprende il pericolo e non puoi chiedergli di darti la mano perche sembra non ascoltare. Se lo abbracci o lo costringi a darti la mano urla, gioca sempre da solo emettendo non parole ma versi pesanti, gutturali certe volte molto strani, corre di continuo girando su se stesso e guardando il nulla, gli piace scrivere ma odia i fogli infatti scarabocchia sul muro e mentre scrive produce sempre questi suoni. Non vuole essere toccato da persone che non conosce e spesso ha attacchi di rabbia in cui urla e piange disperato, capita spesso che con una testata faccia male a chi cerca di tenerlo o consolarlo.
Il pediatra dice che capita spesso che i bambini comincino a parlare tutto di un botto in tarda età, ma é possibile secondo voi che non ci sia alcun problema? Chi dovremmo consultare? Cosa potrebbe essere?
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Adelia Lucattini

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Poichè il bambino non parla ed ha anche altre manifestazioni comportamentali, è utile consultare un Neuropsichiatra Infantile sia per una valutazione neuropsichiatrica che neuropsicologica.
Questo al fine di un approfondimento diagnostico ed eventuali indicazioni terapeutiche e riabilitative, qualora risultassero necessarie, ed anche in previsione di un suo inserimento nella Scuola dell'Infanzia.
Dr. Adelia Lucattini.
Psichiatra Psicoterapeuta.
Psicoanalista Ordinario SPI-IPA.Esperta in bambini e adolescenti.Depressione-Disturbi dell'umore.