Utente 454XXX
Salve. Premetto che nel corso della mia vita non mi sono mai ubriacato pesantemente. È capitato in questo ultimo anno che avrò bevuto un 5 o 6 volte con una conseguente aumento di rilassamento e con uno stordimento. Dopo aver assistito a delle conferenze sui danni dell'alcol sul cervello ho iniziato ad essere afflito da molta paura di aver danneggiato totalmente il mio cervello. L'ultima mia bevuta più recente è stata di due bicchieri di superalcolici e dopo essi ho aumentato notevolmente il mio stato di sonnolenza e mi sono sentito, pur mantenendo il controllo, in uno stato di maggior felicità con un leggero giramento di testa. Questa ultima bevuta è stata quella che penso abbia avuto più effetti sul mio corpo (non ho una grande tolleranza all'alcol). Scrivo perchè ultimamente è come se mi sentisse meno intelligente del solito e mi sembra di avere maggiore difficoltà a ricordare. Penso che il tutto sia un effetto nocebo ma ho bisogno di una vostra conferma. Questa paura si sta rilevando un grande impedimento alla mia concentrazione. Ho 18 anni.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Potrebbe avere sviluppato una forma di ipocondria, non è chiaro se già sulla base della tendenza a sviluppare ossessioni, o se sia invece la prima volta che una preoccupazione in questa forma si manifesta. Se questa preoccupazione non svanisce da sola può andare a consultare uno psichiatra, che le farà una diagnosi e le proporrà un eventuale trattamento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 454XXX

salve dottore
La informo, innanzi tutto ,che leggendo ulteriori consulti simili al mio su questo sito e avendo anche chiesto un parere a un medico della mia zona sono arrivato alla conclusione che il tutto è stato una mia fantasia (la ringrazio se mi darà anche un suo parere). Di conseguenza ora sono tranquillo ma anche in passato mi sono accadute ossessioni simili che però ho placato con il passare di massimo qualche settimana. Diciamo quindi che fino ad ora sono riuscito ad avere un controllo su questa ipocondria. Secondo lei c'è il rischio che un giorno il tutto degeneri?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più che fantasia, come le ho scritto i toni della preoccupazione possono essere quelli di una ossessione, di un allarme generato da un pensiero che esige una risposta tranquillizzante e non la trova.
Non sempre le ossessioni durano, per questo esiste anche un criterio di durata, e di frequenza, in base al quale decidere se val la pena di curarle.

La domanda di chiusura per esempio è una domanda dello stesso tipo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it