Utente 514XXX
Salve sono La mamma di un bimbo di tre anni compiuti a fine ottobre,il quale non ha mai frequentato il nido ma è stato nei suoi primi mesi di vita sempre con i nonni.Da settembre ha cominciato l’asilo e dopo un mese le maestre mi hanno fatto notare che il bambino non interagisce con i simili e spesso si rifiuta di fare attività!Ovviamente oltre a rimanerci male per aver sollevato la questione ne ho parlato con il pediatra il quale mi ha rivolto delle domande e mi ha detto di far passare un po’ di tempo perché l’asilo per mio figlio era tutto nuovo e gli sembrava di trarre conclusioni affrettate!Dopo due mesi le maestre mi dice che si lascia coinvolgere un po’ di più,non si rifiuta di stare con i suoi compagni ma gioca quasi sempre solo!Sono un po’ in ansia e vorrei un vostro parere...Cerco di descrivere un po’ il bimbo!E’ un bimbo giocherellone a casa e con i cugini più presenti,va volentieri all’asilo ed ha pianto solo la prima settimana dell’inserimento!Non parla molto bene ma si fa capire ed è curioso,infatti mi indica gli oggetti per sapere i nomi.Ha un’ottima memoria visiva,indica gli oggetti,esegue i comandi(quelli che vuole)guarda negli occhi,mangia anche se spesso imboccato,dorme tanto e si arrabbia se non riesce a fare qualcosa!con il piatto e la forchetta simula il pranzo,con il telefono una chiamata...se prende una macchinina gioca prima sul pavimento e poi la gira per girare le ruote!Fa le smorfie davanti allo specchio,è affettuoso con chi conosce e timido con gli estranei...Da quando ha cominciato L asilo è molto più fluido nei movimenti perché ha cominciato a camminare a 22 mesi e quindi risultava un po’ goffo!Si arrabbia,ride e per attirare attenzione simula un pianto...quando è felice o vuole fare qualcosa che non riesce spesso muove le manine!Spero di esser stata esaustiva...

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Ronzani

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MORLUPO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Signora, da quanto riportato non emergono segni suggestivi di una condotta riconducibile allo spettro autistico. Probabilmente il bambino ha una certa inibizione con gli ambienti e le persone nuove. Cerchi di osservare come vanno i progressi. Altrettanto utile accogliere le osservazioni delle maestre sulla sua evoluzione.
Cordiali Saluti

dr Giovanni Ronzani